0 Shares 11 Views
00:00:00
13 Dec

Le vacanze estive 2010 costano di più dell’anno scorso

9 agosto 2010
11 Views

Le ferie estive del 2010 costano agli italiani molto più rispetto all’anno passato almeno per quel che riguarda trasporti, benzina, stabilimenti balneari, parchi divertimento e alloggi e dunque chi parte sa di spendere di più e di dover stabilire un budget anche a causa della crisi.

Basta pensare solo che già il viaggio di andata e ritorno è più costoso rispetto all’estate dello scorso anno; amaro il viaggio in treno (+9,5%), mentre chi ha scelto le isole ha speso per il traghetto il 7,3% in più. Più contenuto l’aumento dei trasporti aerei (+2,7%) mentre pesano parecchio i rincari dei carburanti (+9,9%) e l’aumento dei pedaggi autostradali (+2,7%).

Per dormire si spende di più soprattutto in campeggi, bed and breakfast, agriturismi e dunque alloggi low cost mentre negli alberghi la spesa scende dello 0,6% rispetto allo scorso anno; ci si rifà sul mangiare con le consumazioni al bar che costano il 2,2% in più e i ristoranti e le pizzerie che segnano un +2,1%. Alla fine risparmia chi ha scelto il pacchetto vacanza tutto compreso in quanto a differenza degli anni scorsi, quando i prezzi erano sempre cresciuti, nel 2010 conviene e costa lo 0,5% in meno.

Aumento totale invece per spiaggia e parchi divertimento: gli stabilimenti balneari anche quest’anno aumentano del 2,5% e i parchi divertimento del 2,7%, seguiti da cinema, teatri e musei (+2,1%). Buone notizie, invece, per chi ha scelto il trekking in montagna: gli impianti di risalita costano meno dello scorso anno (-0,7%).

Buone notizie per gli amanti della buona tavola: i gelati costano l’1,6% in meno, la frutta fresca scende del 6,5%, molluschi e crostacei scendono dell’1,9%.

Vi consigliamo anche