0 Shares 12 Views
00:00:00
15 Dec

Mance in vacanza, gli americani i più generosi

dgmag - 27 marzo 2010
27 marzo 2010
12 Views

Le mance in vacanza sono irrinunciabili per la maggioranza dei turisti europei: a voler difendere la tradizione dei piccoli “extra” sono il 62% dei turisti inglesi, il 58% dei francesi ed il 44% di quelli italiani. Solo il 50% degli spagnoli la pensa diversamente e sarebbe propenso a integrarle all’interno del conto. E ancora: il 43% dei rispondenti inglesi dichiara di lasciare sempre la mancia, battendo nettamente per generosità i turisti francesi (31%), gli italiani (22%) e gli spagnoli (20%).

Sono solo alcune delle curiosità emerse dal sondaggio sulle abitudini dei turisti in fatto di mance condotto fra 2.500 opinionisti europei di TripAdvisor.

I viaggiatori americani sono stati eletti dagli intervistati europei (dal 36% degli spagnoli, dal 58% degli inglesi e dal 48% dei francesi e dal 43% dei rispondenti italiani) come i più generosi nel concedere mance in vacanza. L’oscar europeo per l’avarizia è andato invece ai turisti tedeschi, seguiti dagli inglesi e dagli italiani.

A volte un sorriso accattivante e un paio di occhi blu possono avere lo stesso effetto di un servizio di qualità eccellente al momento di decidere se lasciare una mancia oppure no: è quanto emerge dal sondaggio, che rivela che il 33% dei viaggiatori italiani lasciano più volentieri la mancia a chi hanno apprezzato per simpatia e fascino. Ben diverso l’atteggiamento degli intervistati francesi e inglesi, che adottano la stessa tattica flirtaiola rispettivamente nel 16% e nell’8% dei casi, dimostrandosi di gran lunga i viaggiatori piu’ riservati.

Per tre turisti europei su quattro fra le figure professionali più gettonate in fatto di mance svetta quella del cameriere, premiato soprattutto per la sua cortesia, per la disponibilità, e per la rapidità del servizio.

A seguire il personale addetto alle pulizie dell’hote, apprezzato dal 47% degli italiani, dal 73% degli inglesi, dal 53% dei francesi e dal 27% degli spagnoli, ed i tassisti, particolarmente apprezzati dagli intervistati inglesi (79%).

Ma non solo: un turista europeo su due non rinuncerebbe a lasciare una ricompensa alla guida turistica, mentre tre turisti su quattro in Italia e Inghilterra non potrebbe fare a meno di ricompensare con un extra il facchino dell’hotel, un po’ meno apprezzato dai rispondenti spagnoli (24%) e dai francesi (31%).

Con una mancia di almeno 5 euro il personale addetto alle pulizie delle camere e degli spazi comuni dell’hotel si aggiudica il primo posto fra le figure professionali più apprezzate, mentre piu’ di un turista europeo su tre darebbe non più di 2 euro di extra al facchino, al portiere e al personale della reception, ad eccezione del 25% degli intervistati spagnoli, che lascerebbero agli addetti alla reception rispettivamente 10 euro e del 43% degli italiani, che ne lascerebbero almeno 5. 

Anche in fatto di mance è proprio vero che un sorriso può aprire tutti i portafogli, o quasi; a confermare questo adagio popolare un po’ rivisitato per l’occasione sono le risposte di più di tre turisti europei su quattro, che dichiarano che si sentirebbero particolarmente invogliati a lasciare degli extra per premiare la cortesia del personale dell’hotel. Per più di un turista europeo su due la pulizia delle stanze e degli spazi comuni e la disponibilità dello staff dell’albergo a fornire informazioni aggiuntive agli ospiti dell’albergo sono elementi altrettanto significativi nella motivazione a lasciare una mancia. 

Recentemente lanciato in Inghilterra da una nota catena alberghiera, il servizio di scaldaletto umano – che consente agli ospiti dell’hotel di far riscaldare il proprio letto da un addetto in tuta asettica – riscuoterebbe scarso entusiasmo da parte dei turisti italiani: per usufruire del servizio il 97% degli intervistati sarebbe disposto a pagare solamente una mancia inferiore al 5% del costo del pernottamento in hotel.

Loading...

Vi consigliamo anche