0 Shares 8 Views
00:00:00
13 Dec

Notte di San Lorenzo, tra stelle e tradizioni culinarie

10 agosto 2010
8 Views

E’ tutto pronto per la Notte di San Lorenzo che permetterà a tanti appassionati in tutta Italia, forse, di guardare il cielo alla scoperta delle stelle cadenti, tempo bello permettendo.

E a quanto pare la volta celeste sarà del tutto accessibile anche se in realtà per ragioni astronomiche sarà il 12 agosto con un numero massimo di circa 80/100 meteore per ora.

La notte di San Lorenzo è tradizionalmente legata alla morte del Santo tanto che si dice che le stelle cadenti siano proprio le lacrime versate dal santo durante il suo supplizio e che vagano eternamente nei cieli per scendere sulla terra solo il 10 agosto, ovvero in cui Lorenzo morì.

Non a caso sono tantissimi gli appuntamenti per gli amanti delle stelle cadenti: si va dagli appuntamenti culinari a quelli proposti dagli osservatori astronomici fino alle Oasi Lipu e Wwf aperte per l’occasione.

Saranno sette le oasi e le riserve Lipu aperte per la notte di San Lorenzo: l’Oasi Lipu Ca’ Roman (Laguna di Venezia), l’Oasi Lipu Arcola (SP), l’Oasi Lipu Bianello (RE), la Riserva del Chiarone – Oasi Lipu Massaciuccoli (LU), la Riserva Naturale Oasi Lipu Lago di S.Luce (PI), l’Oasi Lipu di Casacalenda (CB) e l’Oasi Lipu Gravina di Laterza (TA).

Dalle 22 tutti con gli occhi verso il cielo sperando di poter osservare una stella cadente e di esprimere un desiderio…

E se volete osservare le stelle in maniera corretta, date un’occhiata al video di seguito per imparare come si fa:

Vi consigliamo anche