0 Shares 14 Views
00:00:00
12 Dec

Pasqua 2010, vacanze brevi per tutti

25 marzo 2010
14 Views

Nonostante gli italiani tendenzialmente siano propensi a partire nonostante la crisi, secondo l’Adoc ben il 55% di loro resterà a casa per Pasqua e il 16% dei partenti sceglierà le città d’arte; solo il 6% di chi partirà alloggerà per più di 3 notti.

Il 54% dei partenti sceglierà di passare fuori casa solo una notte, mentre solo il 6% trascorrerà più di tre notti fuori dalle mura domestiche.

Il caro carburanti a ridosso dell’esodo, spiega l’Adoc, frena i desideri di vacanza, con un litro di benzina che costa il 16,9% in più dello scorso anno, per un rincaro di 10 euro a pieno. Complessivamente, un pieno costa adesso 4 euro in più rispetto a fine febbraio.

Quanto ai musei, quelli di Roma hanno un costo d’ingresso inferiore in media del 21,6% rispetto ad altre capitali europee, escludendo Londra, dove i principali musei prevedono un ingresso gratuito. Solo Praga presenta prezzi più bassi, circa la metà.

Anche per i biglietti ridotti Roma risulta la più economica, costando in media il 30% in meno che nelle altre metropoli. E la Capitale detiene anche il record di ore d’apertura, sia giornaliere che settimanali, in Europa. In media, ogni museo resta aperto per più di 10 ore al giorno e oltre 61 ore a settimana, il 25,9% in più di Berlino e il 45,% in più di Stoccolma.

Nonostante i prezzi bassi e gli orari d’apertura estesi, secondo le stime dell’associazione, i musei romani raccolgono meno presenze dei musei delle altre capitali europee, se pensiamo che a Londra solo il British Museum ha un’affluenza di circa 8 milioni di visitatori l’anno e a Parigi il Louvre si attesta sui 6 milioni, mentre i Musei Vaticani prevedono un flusso di 4 milioni di visitatori l’anno.

Vi consigliamo anche