0 Shares 16 Views
00:00:00
17 Dec

Ponte 2 giugno a Venezia solo per ricchi

dgmag - 25 maggio 2009
25 maggio 2009
16 Views

Venezia è la città più cara d’Italia sul fronte del turismo e il dato viene reso noto grazie ad una indagine del Codacons che ha preso in esame le tariffe delle strutture alberghiere nel periodo del ponte del 2 giugno.

"Abbiamo preso in considerazione", ha spiegato il presidente del Codacons Carlo Rienzi, "un pernottamento di due giorni (30 e 31 maggio) con partenza l’1 giugno, in hotel 4 stelle in zona centrale, camera doppia con colazione inclusa".

Le località scelte sono state città d’arte come Roma, Firenze e Venezia ma anche rinomate località di mare come Ischia, Capri, Taormina, Porto Cervo, Portofino.

La città più cara è risultata Venezia, con un costo di 289,5 euro, seguita da Portofino 240, Roma, 231, Ischia 220, Taormina 209, Porto Cervo 203, Capri 200 e Firenze 165.

"Il capoluogo lagunare si conferma ancora in testa alla classifica delle città più costose d’Europa sul fronte del turismo", ha aggiunto il presidente del Codacons, "specie se alle tariffe degli alberghi si associano anche i prezzi delle strutture di ristorazione come bar e ristoranti, dove le tariffe sono notoriamente più elevate rispetto alle altre città d’Italia e dove ai turisti si applicano prezzi maggiorati".

Secondo gli albergatori di Venezia, però, le accuse sono del tutto infondate: Claudio Scarpa, direttore dell’Ava, l’associazione veneziana albergatori. ha sottolineato infatti che "il 2 giugno é il momento di picco più alto del mercato turistico per Venezia, perché c’é un super ponte che coincide con la settimana di inaugurazione della Biennale. Ci mancherebbe altro che i prezzi non fossero adeguati alla circostanza. Codacons semmai dovrebbe porsi il problema che i primi quattro mesi dell’anno hanno avuto a Venezia una diminuzione del 21% di fatturato degli hotel, rispetto al 2008".

Loading...

Vi consigliamo anche