0 Shares 10 Views
00:00:00
17 Dec

Ponte 2 giugno, tempo incerto ma partono tutti

dgmag - 29 maggio 2009
29 maggio 2009
10 Views

Saranno circa 9 milioni gli italiani in movimento nel grande ponte del 2 giugno: un esodo di 4 giorni che per 1,2 milioni di persone comporterà lo spostamento all’estero e che per il 70% del totale significherà approdare nelle isole o nelle località di mare.

E’ quanto emerge dalle stime dell’associazione consumatori Telefono Blu, secondo la quale il restante 30% si dividerà tra montagna, collina, laghi e campagna.

Anche Federalberghi conferma questi dati sostenendo che ad essere prese d’assalto saranno le località marine, infatti, il 62% (rispetto al 52,2% del 2008) sceglierà il mare, il 21,4% (rispetto al 16,9% del 2008) andrà in località di montagna ed l’6,7% (rispetto al 13,1% del 2008) preferirà le città d’arte maggiori e minori. Il 2,4% (rispetto al 3,2% del 2008) dei vacanzieri preferirà i laghi, mentre lo 0,9% (rispetto al 2,6% del 2008) ne approfitterà per una pausa termale.

Il 29,9% (rispetto al 31,2% del 2008) dormirà in albergo contro un 27,9%(rispetto al 22,5% del 2008) che raggiungerà la casa di proprietà, o quella di parenti o amici con il 16,2% (rispetto al 16,8% del 2008), l’appartamento in affitto con il 5,8% (rispetto al 4,5% del 2008), il residence con il 5,6% (rispetto al 3,4% del 2008), il campeggio con il 3,1% (rispetto al 4,8% del 2008) e l’agriturismo con il 2,5% (rispetto al 4,3% del 2008). La spesa media pro-capite, comprensiva di viaggio, alloggio, ristorazione e divertimenti, si attesterà sui 225 euro.

Questo potrebbe essere un fine settimana decisivo per stabilire anche quale sarà l’andamento delle vacanze di agosto perchè, essendo l’ultimo grande ponte pre-estivo, probabilmente molti approfitteranno per prenotare dal vivo le proprie ferie.

Il tempo per il ponte del 2 giugno sarà però altalenante e si registrerà nella maggior parte dei casi una spiccata variabilità con possibili rovesci e temperature in qualche caso in diminuzione.

Loading...

Vi consigliamo anche