0 Shares 17 Views
00:00:00
14 Dec

Ponte Ognissanti 2009 a Malta, un luogo tutto da scoprire

3 settembre 2009
17 Views

L’arcipelago maltese, ponte naturale tra l’Europa e l’Africa è stato, nel corso dei secoli, terreno di conquiste e ambizioni marittime di molte popolazioni, dai fenici agli arabi, dai romani agli inglesi ai turchi. Proprio grazie all’avvicendarsi di questi popoli, Malta e Gozo racchiudono veri e propri tesori architettonici, culturali, artistici, da scoprire e vivere.

L’isola di Malta, grazie alla sua posizione strategica nel centro del mediterraneo, fu meta ambita dagli esploratori fenici, che occuparono l’isola intorno all’VIII secolo a.C. La popolazione fenicia, in quel periodo, godeva del dominio pressoché assoluto dell’area mediterranea e, occupando Malta, si garantirono una base privilegiata per gli scambi commerciali. Fu in questo periodo che l’isola prese il nome di Malat, che in fenicio significava “Porto sicuro”. La presenza fenicia sul territorio maltese è testimoniata dal ritrovamento di templi, candelabri, manufatti e ceramiche, risalenti al periodo di occupazione fenicia.

I fenici furono in seguito sostituiti dai romani, che popolarono Malta per parecchi anni. Le tracce della dominazione romana sulle isole sono innumerevoli. Basti pensare, per esempio, alla Domus Romana. Posta appena fuori la città di Rabat, la Domus Romana è un pregevole esempio di architettura e stile romano, sia nelle decorazioni pavimentali sia nel colonnato esterno. I mosaici che adornano il pavimento della villa sono tra i più belli e meglio conservati di tutta l’area mediterranea e risalgono al I secolo a.C. Al suo interno, inoltre, si possono ammirare interessanti manufatti del periodo, tra cui brocche, anfore, statue, mezzi busti, che testimoniano come la cultura romana fosse fiorente sull’isola di Malta.

Ma sono sicuramente la dominazione araba e quella inglese quelle che hanno lasciato maggiori tracce sulle isole maltesi. Tracce riscontrabili ad esempio nella lingua (un mix di inglese, arabo e italiano) e nei nomi delle città e dei paesini di Malta e Gozo: Marsa, Mdina, Mgarr, Rabat e molte altre ancora. Il paesaggio a terrazze, ammirabile ovunque sia a Malta che a Gozo, deve la propria esistenza proprio alla dominazione araba, che le costruirono per adibire il terreno brullo a colture, specialmente alla coltivazione del cotone, degli agrumi, dei fichi e del vino. Alcuni interessanti esempi di architettura araba sono le gallarija e i gardjoli, colorati balconi sporgenti di legno, coperti, usati dalle donne per osservare l’andirivieni nelle strade senza essere viste dall’esterno.

Vanno, però, ricordate anche le antiche fortificazioni, di epoca romana, che furono trasformate in fortini dagli arabi. Uno su tutti è Forte S. Angelo, che fu usato dai maltesi per difendere l’isola nel 1565 dall’attacco dei turchi.

L’arcipelago maltese, con un patrimonio storico di oltre 7.000 anni, offre inoltre moltissimi itinerari culturali con visite ai musei, ai siti neolitici e alle chiese e cattedrali disseminate sulle isole.

Durante il weekend dei Santi, non può mancare una visita all’Ipogeo di Hal Saflieni, unico tempio sotterraneo al mondo, sito a Paola, risalente al 2500 a.C.

Si pensa che in origine fosse un santuario, ma col tempo divenne una necropoli. Dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1980, fu scoperto per caso nel 1902 in occasione di alcuni lavori di ristrutturazione delle abitazioni soprastanti. Il tempio è disposto su tre livelli sotterranei e al suo interno fu ritrovata la statuetta della Donna Dormiente, custodita nel Museo dell’Archeologia di Valletta. Il sito è protetto da un rigido sistema di regole imposte dall’Heritage Malta, che permette l’accesso a solo 80 visitatori al giorno. Per essere sicuri di visitare il tempio, è necessario effettuare le prenotazioni con largo anticipo.

Ecco la proposta del Tour Operator Holiday Malta per il weekend di Ognissanti (partenza il 30 ottobre e rientro il 2 novembre): volo a/r con partenza da Milano Malpensa, transfer da e per l’aeroporto, sistemazione in hotel 4* a St. Julian’s, cuore della movida maltese, trattamento b/b, assicurazione medico-bagaglio Mondial Assistance, assistenza in loco, quote a partire da 320 € a persona. Per chi parte da Roma Fiumicino, stesse condizioni, le quote sono a partire da 299 € a persona.

Per maggiori informazioni e per prenotazioni ai musei, ai siti archeologici, ai luoghi d’interesse storico, visitare il sito www.heritagemalta.com

Per prenotare il soggiorno a Malta, visitare il sito www.holidaymalta.it

Vi consigliamo anche