Portare i cani in treno, arriva la normativa

Dal prossimo 1 dicembre scattano importanti novità per chi decide di viaggiare in treno con il proprio cane.

I cani, di qualsiasi taglia, potranno infatti viaggiare sui treni tranne se si tratta di quelle 17 razze pericolose così come individuate dal Ministero della Salute.

Per i cani sarà dunque predisposto uno scompartimento ad hoc e saranno ammessi in quest’area dedicata solo con museruola e guinzaglio; per tutti l’obbligo del certificato di iscrizione all’anagrafe canina ma continueranno ad essere esclusi dalle regole i cani guida per non vedenti.

Ecco riassunte, in punti, le linee guida salienti per l’ammissione dei cani in treno:

– CANI PICCOLA TAGLIA (gatti e altri piccoli animali da compagnia): sono ammessi gratuitamente su tutti i treni nell’apposito trasportino. Esclusi i treni con materiale Etr 450;

– CANI QUALUNQUE TAGLIA: muniti di museruola e guinzaglio, sono ammessi sui treni Intercity Plus, Intercity ed Espressi a pagamento (50% ticket), nell’ultimo scompartimento (negli ultimi sei posti delle carrozze a salone) dell’ultima carrozza di seconda classe. Il posto di fronte al viaggiatore con il cane non è prenotabile da un altro cliente. L’eventuale presenza contemporanea di cani "incompatibili" sarà, volta per volta, gestita dal personale di bordo, appositamente istruito;

– CANI PERICOLOSI: i cani reattivi (appartenenti a razze ritenute pericolose), secono specifico elenco del ministero del Welfare, non sono ammessi;

– TRENI REGIONALI: i cani di qualunque taglia, con museruola e guinzaglio, sono ammessi, a pagamento, sulla piattaforma o vestibolo dell’ultima carrozza con la sola esclusione delle ore di punta del mattino (tra le 7 e le 9) dei giorni feriali, salva diversa indicazione da parte della regione competente;

CARROZZE CUCCETTE E LETTO: i cani di qualunque taglia (a pagamento) e gli altri piccoli animali da compagnia (negli appositi contenitori e gratuitamente), sono ammessi solo nel caso di disponibilità dell’intero compartimento;

– CERTIFICATO ANAGRAFE CANINA: obbligatorio per tutti i cani ammessi al trasporto;

– CANI GUIDA PER NON VEDENTI: esclusi dalle norme.

La nuova normativa non accontenta però le associazioni dei consumatori che giudicano l’accordo, parole di Vincenzo Donvito, presidente Aduc, "una cortina fumogena per coprire le inadempienze igieniche delle ferrovie, capace solo di violare il diritto alla mobilità dei cittadini".