0 Shares 16 Views 3 Comments
00:00:00
14 Dec

Smarrimento bagagli in aeroporto, cosa fare

27 agosto 2009
16 Views 3

Sono sempre più i reclami presentati dai passeggeri che, al ritorno dalle vacanze o da viaggi in aereo, si ritrovano senza bagagli.

Si tratta di un disservizio che secondo Adiconsum è legato strettamente alla gestione del lavoro delle società che gestiscono questo servizio e per i quali l’associazione chiede un’Authority di controllo per il settore dei trasporti e un tavolo permanente con le Associazioni dei consumatori e le Associazioni nazionali di categoria.

Nel frattempo, ecco il vademecum per i passeggeri il cui bagaglio è stato smarrito in aeroporto:

1. conservare il talloncino adesivo che reca impresso il numero identificativo assegnato al bagaglio;
2. conservare tutte le ricevute delle spese per effetti personali e non, dovute dallo smarrimento del bagagli;
3. presentare denuncia di smarrimento, attraverso il modello PIR (reclamo bagaglio), presso l’ufficio aeroportuale deputato alla perdita dei bagagli, che si trova (o dovrebbe trovarsi) in ogni aeroporto nazionale o internazionale;
4. chiedere, entro 21 giorni dalla data di smarrimento del bagaglio, alla Compagnia aerea l’indennizzo, tramite raccomandata A/R;
5. chiedere, entro sette giorni, in caso di bagaglio consegnato danneggiato, l’indennizzo alla Compagnia aerea.

L’indennizzo massimo in caso di distruzione, perdita, deterioramento o ritardo del bagaglio, è di circa 1.100 euro per passeggero ma ciò non toglie che il giudice di pace possa prevedere anche indennizzi superiori.

Molte compagnie aeree prevedono somme inferiori matali disposizioni sono nulle in quanto non conformi alla Convenzione di Montreal e se il passeggero dichiara un valore del bagaglio superiore, dietro pagamento di un’eventuale tassa supplementare, la Compagnia aerea è tenuta a pagare l’indennizzo per la parte che eccede il rimborso previsto per legge.

Vi consigliamo anche