0 Shares 12 Views
00:00:00
12 Dec

Tour dell’Oman in fuoristrada

24 aprile 2009
12 Views

Noto in passato come un Paese estremamente schivo, il Sultanato dell’Oman sta lentamente emergendo dal suo guscio, rivelandosi come una terra ospitale e cordiale dai paesaggi sublimi punteggiati da oasi, baie, isole e e forti che aspettano solo di essere esplorati.

Per tutti coloro che desiderano scoprire questi incantevoli luoghi, Naar Tour Operator, avvalendosi della preziosa collaborazione dello specialista Aliviaggi Tour Operator, propone l’originale tour L’Oman in fuoristrada della durata di 8 giorni e 7 notti da effettuare per i primi due giorni con autovettura e per il resto del viaggio con fuoristrada.

Il primo giorno, arrivati all’aeroporto internazionale di Seeb, vicino a Muscat, ci sarà il trasferimento all’hotel per il pernottamento. La capitale dell’Oman, situata in un porto naturale,  coniuga la modernità con le antiche culture locali in un perfetto equilibrio che la rende una delle città più sorprendenti del mondo.

Il giorno seguente è in programma la visita al Museo di Storia Naturale situato a Al Khuwair per conoscere la particolare geologia e geografia dell’Oman. Si prosegue verso il lungomare per ammirare le due fortezze di origine portoghese di Mirani e Jalali che ancora oggi proteggono il Palazzo del Sultano di Al Alam.

Presso Bait Al Zubair, una casa dalla tipica architettura omanita ora trasformata in museo, si potranno osservare particolari oggetti appartenenti alla tradizione locale: gioielli, armi e abiti. Le ultime soste sono dedicate al coloratissimo mercato del pesce, della frutta e delle verdure ed al bellissimo Muttrah Souq dove, accompagnati dai profumi delle spezie e degli incensi, sarà possibile fare molti acquisti. Il pomeriggio è libero.

Il terzo giorno, dopo la colazione, spostamento da Muscat a Quriyat lungo una pista sterrata e proseguimento in direzione nord verso Sur. La strada sterrata conduce inaspettatamente ad Al Bimah Sinkhole, un cratere calcareo nascosto al cui interno si possono ammirare acque dal colore verde e blu.

La pista continua costeggiando il Golfo dell’Oman, alcune spiagge e la parte orientale dei monti Hajar: i più fortunati potranno vedere delfini e squali da una parte e gazzelle dall’altra.

Sono previste soste alla bellissima spiaggia di Fin, ai wadi di Tiwi e a Shab per il pranzo al sacco. Visita al mausoleo di Bibi Miriam, personaggio storico-mitologico della storia del Sikhim, e arrivo a Sur, cittadina che ha sempre ricoperto un importante ruolo nella storia dell’Oman poiché era il punto di transito dei commerci con India e Africa orientale.

La mattinata del giorno successivo è dedicata alla visita di Sur, famosa per la costruzione dei dhow (tipiche imbarcazioni locali in legno). Con un traghetto si raggiunge il villaggio di Ayega dalla caratteristica architettura.

Il percorso conduce ora verso l’interno fino al bellissimo Wadi Bani Khalid, rinomato per le sue oasi e piscine naturali. Pranzo al sacco e proseguimento per Wahiba Sands: un mare di sabbia in continuo mutamento con un’estensione di ben 16.000 km2. Emozionante corsa in fuoristrada su e giù per le dune. Sistemazione e pernottamento presso il campo tendato del Golden Sands Resort (in tipico stile beduino). L’assoluto silenzio del deserto e il cielo illuminato da migliaia di stelle renderanno indimenticabile la serata.


Il quinto giorno si riparte per raggiungere Nizwa, conosciuta per i suoi pugnali d’argento, i Khanjars, finemente ed elegantemente decorati, e per il mercato del bestiame che si svolge nella giornata di venerdì e che raggruppa numerose persone provenienti dai paesi vicini. Nel pomeriggio visita al famoso Forte dalla torre rotonda costruito nel XVII secolo e al suo particolare souk che, nonostante sia stato recentemente ristrutturato, mantiene inalterato il suo antico fascino.

Il giorno seguente si arriva a Al Hamra, dove è possibile vedere le abitazioni costruite con il fango in stile Yemenita e fare una piacevole passeggiata nella sua oasi ricca di palme da dattero. Si prosegue per Bahla, dove si trova il forte più grande di tutto il Paese, attualmente è in ristrutturazione. Sosta al villaggio e al caratteristico souk.

Visita del Forte Jabrin, sempre originario del XVII secolo e culla della cultura locale. Al suo interno si possono ammirare magnifici dipinti e legni finemente intagliati. Il percorso conduce verso Ibri, oltre la catena montana degli Hajar Occidentali, e quindi a Sohar. Il pranzo è previsto al sacco durante il tragitto.

Il settimo giorno si visita il Forte di Sohar, si prosegue per Al Hazm, dove si può osservare da vicino il particolare sistema d’irrigazione chiamato falaj , sosta al villaggio di Rustaq e a Nakhl. Rientro a Muscat.


La mattina successiva tempo a disposizione fino al trasferimento in aeroporto per la partenza. Possibilità di estendere il soggiorno su una delle spiagge di Muscat o nella località meridionale di Salalah.

Per il mese di giugno, Naar Tour Operator propone per questo itinerario, con guida locale parlante inglese, quote a partire da 1.972 euro a persona con sistemazione in camera doppia (min 2 persone). Per il volo, quote a partire da 760 euro a persona (tasse aeroportuali incluse) con Emirates da Milano, Roma e Venezia.

Vi consigliamo anche