0 Shares 31 Views
00:00:00
18 Dec

Turisti e bon ton, gli italiani i peggiori in assoluto

dgmag - 19 marzo 2009
19 marzo 2009
31 Views

I turisti italiani sono i più avari quando si tratta di dare mance al personale dell’hotel (solo il 14% lo fa abitualmente), mentre i più generosi fra i viaggiatori europei sono i tedeschi (37%), seguiti dai francesi (23%) e dagli inglesi (20%), e sono in testa anche nel dimenticare in giro indumenti intimi (26%), nel vivere disordinatamente (il 47% non disfa nemmeno la valigia e il 3% addirittura lascia tutto sparso per terra) e nel non farsi alcuno scrupolo di dover riassettare al momento di lasciare la camera (57%).

Questi sono solo alcuni dei risultati dell’ultimo sondaggio di TripAdvisor che ha intervistato oltre 3.000 viaggiatori europei, 700 dei quali italiani, per capire quali siano le buone e cattive abitudini di permanenza in hotel di turisti Italiani, Inglesi, Tedeschi, Francesi e Spagnoli.

Ma qual è la prima cosa che fanno i turisti europei subito dopo essere entrati in una camera d’albergo? Italiani e spagnoli (49%) controllano subito che la camera sia pulita, mentre tedeschi (44%), francesi e inglesi (36%) sono più interessati a vedere che panorama ci sia dalla finestra che ossessionati dall’eventuale presenza di peli sulle lenzuola e macchie nel bagno.

Durante il soggiorno in albergo i turisti italiani sono i meno ordinati; un italiano su due non disfa nemmeno la valigia, né fa il minimo sforzo di riordinare la camera prima di lasciare l’hotel, contro un inaspettato 79% degli inglesi, che ripongono tutto ordinatamente in armadi e cassetti e non se la sentono (88%) di lasciare tutto per aria al momento del check-out.

Ma gli intervistati italiani sono anche quelli che in Europa dimenticano con maggior facilità i capi di biancheria intima in hotel (26%), forse sepolti sotto pile di asciugamani, coperte e cuscini lasciati in terra. Ai viaggiatori inglesi va però il bizzarro primato del numero di danni creati, perlopiù involontariamente, nelle camere degli hotel (17%), seguiti dai turisti tedeschi (15%), dai francesi e dagli italiani (9%) e dai meno goffi turisti spagnoli (7%).

E se si tratta di scegliere quali oggetti portare via dalla camera, gli Arsenio Lupin degli hotel prediligono le ciabattine, che vanno letteralmente a ruba: al primo posto tra i soliti ignoti gli italiani (39%), ma la scelta è condivisa anche dal 26% degli spagnoli, dal 24% degli inglesi e, a pari merito, dal 22% di francesi e tedeschi. Gli italiani sono in testa anche nel trafugare gli immancabili posacenere (10%), mentre asciugamani e accappatoi sono irresistibili più per i tedeschi (15%) e i francesi (11%).

Niente rigore per la Grande Germania: i tedeschi sono i più indisciplinati
Dalla pornografia al fumo, dal furto all’abbordaggio delle cameriere. Il profilo che emerge dalle dichiarazioni degli intervistati tedeschi è tutt’altro che lusinghiero.

Il 22% degli intervistati tedeschi, al primissimo posto nella graduatoria dei turisti europei più “trasgressivi”, ammette di aver visto film per soli adulti nella stanza dell’hotel e il 6% dichiara di aver preso una o più bibite dal mini-bar senza averle pagate; va sempre agli intervistati teutonici il primo posto in Europa per i tentativi di abbordaggio del personale dell’albergo (7%), e per aver fumato (ben il 40%) anche in camere riservate ai non fumatori.

Loading...

Vi consigliamo anche