Udine, città d’arte e non solo

Udine (Udin in friulano) è una città d’arte con una lunga tradizione gastronomica.

Dopo aver ammirato gli affreschi del Tiepolo (il più grande pittore italiano del ‘700) nel palazzo Arcivescovile, nell’Oratorio della Purità e nel Duomo, aver fatto una passeggiata nell’antica piazza San Giacomo, che insieme a Via Mercatovecchio rappresenta il centro cittadino, è il modo migliore per visitare la città.

 

Per quanto riguarda le opere moderne è da segnalare il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, inaugurato nel 1997.

Meta d’obbligo degli udinesi e di chi vuole vivere a pieno gli usi e costumi di questa cittadina, è il rito del "tajut", ovvero l’aperitivo: vino bianco del posto servito con un tagliere di crostini, polenta e il muset, tipico insaccato friulano di carni miste.

Questa regione, infatti, ha una lunga tradizione gastronomica e soprattutto enologica: fate un salto all’Enogastronomia per acquistare l’Amaro di Udine, un mix di erbe segrete molto speciale.

Sono tante le rassegne e le manifestazioni che offre la città: dal Far East Film Festival (aprile), dedicato alla cinematografia asiatica, al premio Terzani (maggio), una manifestazione culturale sul tema delle indentità e delle differenze, dove viene assegnato il premio letterario internazionale dedicato al giornalista e scrittore Tiziano Terzani, al Friuli doc (settembre), una rassegna enogastronomica che si tiene nelle principali piazze e vie del centro.

Udine, infine, è ai primi posti in Italia nella classifica della qualità della vita stilata da Sole 24 Ore: se vale la pena viverci, perchè non passare un piacevole weekend?