Un’avventura in kayak nell’Ardèche

Affluente del Rodano, l’Ardèche è il fiume della Francia meridionale che dà il nome alla regione omonima che bagna.

Nasce nel Massiccio centrale e da oltre sessanta anni è una delle mete preferite per gli appassionati di canoa e kayak. In particolare la discesa delle Gorges (gole) dell’Ardèche, ovvero del tratto di fiume che va da Vallon pon d’Arc a St. Martin d’Ardèche, si rivela adatto per gli amanti di questo sport, siano essi esperti oppure alle prime armi.

Le Pont d’Arc, un arco roccioso naturale alto cinquantaquattro metri, è la porta d’ingresso ai Gorges de l’Ardèche, alle "Gole" del fiume.

Questa zona è classificata come riserva naturale protetta ed è accessibile solo a piedi o in canoa.

Qui l’Ardèche penetra in canaloni profondi costeggiati da scogliere che raggiungono i trecento metri di altezza e si snoda sinuoso scorrendo per decine e decine di chilometri in una natura selvaggia, precipitando in numerose rapide.

Meta di pellegrinaggio di tutti coloro che credono che non ci sia vacanza senza una discreta dose di avventura, queste gole sono consigliate anche ai meno esperti, poichè non ci sono mai veri e propri tratti davvero impegnativi.

Per completare l’intera discesa servono due giorni o tre se volete prendervela molto comoda.

 

A metà strada sono presenti due punti di bivacco dove potrete sistemarvi per la notte e dove vi verrà offerto il necessario per un gustoso barbecue.

Raggiungere l’Ardèche dall’Italia in auto è semplice: basta seguire le indicazioni per Lione, una volta superata la frontiera con la Francia. Navigabili tutto l’anno, le Gole hanno il loro momento di piena tra aprile e maggio.

Dopo l’estate il livello dell’acqua scende e la navigazione si fa decisamente più tranquilla!