0 Shares 10 Views
00:00:00
11 Dec

Vacanze 2010, mete e tendenze

10 marzo 2010
10 Views

Eurobarometro ha reso nota la tendenza per le vacanze del 2010, analizzando il comportamento di circa 30.000 europei.

Circa l’80% dei cittadini europei continua a recarsi in un altro luogo per trascorrere le vacanze; soltanto il 20% è quasi certo che nel 2010 non si sposterà, mentre nel 2009 la percentuale dei non-viaggiatori era del 33%.

Cresce il numero degli europei che preferiscono trascorrere le vacanze in destinazioni turistiche tradizionali (57%), mentre il 28% preferirebbe recarsi verso destinazioni turistiche emergenti.

La metà degli intervistati intende trascorrere le vacanze nel proprio Paese o in un altro Paese sempre all’interno dell’Unione Europea.

L’attrattiva locale è il fattore principale nella scelta della destinazione e a seguire ci sono il patrimonio culturale e le possibilità di intrattenimento.

La ricerca di riposo e svago (37%) è la motivazione principale che spinge a viaggiare, seguita da sole e spiaggia (19%) e visitare amici e parenti (17%).

Aumenta il numero di europei che organizzano le loro vacanze da soli, pari al 58%, e i paesi candidati principali sono la Croazia (83%) e la Turchia (82%); la Spagna, che era già la destinazione più popolare nel 2008 e nel 2009, domina anche tra i piani per le vacanze del 2010. Seguono la Francia (9,9%) e l’Italia (9,2%).

Tuttavia, il 17% dei cittadini dell’UE che prevede di andare in vacanza nel 2010 non ha ancora deciso la meta.

Rispetto allo scorso anno è aumentata di 5 punti la percentuale di europei che ritiene di disporre di un importo sufficiente per fare una vacanza: quest’anno sono quasi la metà.

Anche per l’Italia si confermano i trend europei. Il 49,1% degli intervistati del nostro paese ha dichiarato che andrà in vacanza, mentre il 40,6% è intenzionato ad andare, ma a condizione di ulteriori risparmi. Solo il 4% lo esclude categoricamente. Per gli italiani, la meta preferita resta il proprio paese (56% dei casi), mentre il 19,2% pensa di andare in vacanza in un altro Stato europeo.

Vi consigliamo anche