Vacanze al mare in Grecia sull’isola di Tinos

Tinos è una delle più grandi isole delle Cicladi e si trova sulla rotta dei traghetti che portano a Mykonos.

Però qui non c’è la mondanità festante, ma solo bellezza e pace: spiagge dorate, mare cristallino, paesini bianchi e il cielo blu dell’Egeo.

L’isola è famosa soprattutto per la grande chiesa di Panagia o della Vergine, che è considerata la Lourdes del mondo ortodosso; ogni estate attira infatti milioni di pellegrini e religiosi da tutto il paese.

In particolare l’isola, chiamata anche l’isola della Madonna dai locali, si riempie il 15 agosto, ricorrenza della festività della vergine.

A parte Hora, capoluogo e anche porto principale, sempre affollato di fedeli, Tinos è piena di deliziosi villaggi di pescatori, fatti di case in pietra imbiancate di calce, dove la vita scorre lenta e indisturbata.

Come il villaggio Kardiani, forse il più bello e il più caratteristico, dove sono conservate, meglio che altrove, le "peristeronas", tipiche abitazioni delle isole Cicladi: antiche colombaie su più piani con terrazze a gradini, costruite con una tecnica appresa dai veneziani.

Intorno ai paesini, spesso situati sui pendii delle montagne, la vegetazione è rigogliosissima e si gode di un panorama sorprendente, con il mare che fa da sfondo costante.

Da non dimenticare l’arte del marmo, che Tinos ha sviluppato come nessun altro luogo in Grecia. Qui infatti il marmo si trova dappertutto. In particolare a Pyrgos, dove dalle case, alle fontane, ai campanili, agli edifici tutto è completamente color bianco marmoreo.

E passeggiare nelle ore più calde in questi villaggi è un’esperienza mistica, con il sole che rende il bianco delle case accecante…