Vacanze al mare in Polinesia alla scoperta del monoï

Monoï Here è un’espressione in tahitiano che potrebbe essere tradotta con il concetto monoï, mon amour: un modo per rendere l’idea del rapporto che gli abitanti di Tahiti e le sue Isole hanno con questo unguento da sempre parte della loro vita quotidiana.

Il monoï nasce dalla macerazione in olio di cocco del fiore di Tiare, un eccezionale prodotto di bellezza con proprietà emollienti, idratanti e distensive, da sempre utilizzato per la tradizionale cura del corpo e per i massaggi.

Tahiti e le sue Isole ne celebrano l’utilizzo grazie a un’iniziativa dell’Institut du Monoï, che organizza a Tahiti la seconda edizione di Monoï Here, la settimana del Monoï: dal 12 al 15 novembre l’isola sarà il tempio del culto della bellezza polinesiana.

Monoï Here è un’iniziativa atta a diffondere la cultura del monoï, far conoscere i suoi molteplici utilizzi e le sue proprietà, come anche gli oggetti tradizionali legati alla sua fabbricazione.

Uno spazio con immagini di ieri e di oggi, con rappresentate le leggende e i miti tradizionali della Polinesia Francese, ma anche degli atelier dove si prepara il monoï secondo le tradizioni dei vari arcipelaghi. Un’esposizione sul monoï doc, sulle cure e i massaggi proposti dai Tahua (il nome tradizionale dei massaggiatori in Tahitiano) e dalle Spa più importanti di Tahiti e le Sue Isole.

A seguito della prima edizione, che lo scorso anno ha registrato più di 4.000 visitatori, la Maison de la Culture di Papeete sarà nuovamente sede della kermesse ospitando le maman delle isole Marchesi e delle Tuamotu, assieme ai Tahua delle Isole della società, rispettivamente sapienti depositarie dei segreti di fabbricazione e dell’utilizzo dell’olio di bellezza, e dell’arte del massaggio ad esso legata.

Maggiori informazioni su Tahiti cliccando qui.