0 Shares 12 Views
00:00:00
13 Dec

Vacanze brevi in Italia, è boom

20 febbraio 2009
12 Views

Con l’apertura della Bit di Milano, Istat ha diffuso il rapporto Viaggi e vacanze in Italia e all’estero nel 2008 secondo cui sono cresciute le vacanze brevi in Italia e quelle lunghe in Europa.

L’83,9% dei viaggi effettuati nel 2008 ha infatti avuto come destinazione una località italiana mentre il restante 16,1% un paese straniero.

Per i viaggi in Italia, rispetto al 2007, si è registrata una crescita (+10,4%) dovuta ad un aumento delle vacanze brevi (+18,1%) e l’incremento delle vacanze brevi ha interessato in particolare il nord (+11,5%) e il sud (+43,7%).

All’estero si è registrato un incremento dei viaggi di lavoro (+26,8%) mentre le vacanze nel loro complesso sono rimaste stabili, pur in presenza di un incremento delle vacanze dirette verso i paesi extra Europei (+20,1%), dovuto ad un aumento dei viaggi di lunga durata verso questi Paesi (+19,9%); per quanto riguarda le vacanze lunghe, si è registrato un aumento anche per quelle dirette verso i Paesi Europei non appartenenti all’Ue (+33,9%).

Il 79,8% dei viaggi all’estero si è svolto in Europa dove é stata effettuata la quasi totalità dei viaggi di vacanza breve (99,3%) e la maggior parte dei viaggi di vacanza lunga (73,7%) diretti verso l’estero.

Per quanto riguarda le destinazioni italiane, confermate le classifiche del 2007: Lombardia, Lazio, Toscana, Emilia-Romagna e Veneto sono state le regioni più visitate.

Tra le mete estere la Francia è stata ancora una volta il paese più visitato (19,6% dei viaggi all’estero), seguita dalla Spagna (10,2%) e dalla Germania (6,3%).

Vi consigliamo anche