Vacanze di Capodanno, a nord si parte di più

A Natale e Capodanno aumenteranno i vacanzieri del centro nord di circa due milioni e 300 mila unità (+4%) rispetto allo scorso anno mentre caleranno di 300.000 (-2%) gli abitanti del sud decisi a passare fuori casa il fine anno.

Secondo l’indagine Confesercenti-PublicaRes-Swg sulle intenzioni dei consumatori per le prossime festività natalizie, saranno circa 15 milioni i vacanzieri in viaggio in questo periodo dell’anno, due milioni in più rispetto al 2007 e spenderanno circa 9 miliardi di euro (1,3 miliardi in più rispetto allo scorso anno), mentre la spesa individuale si attesta sui 593 euro a persona.

Su cento italiani che vanno in vacanza 56 risiedono nelle regioni del nord, mentre solo il 15%, uno su sei, vive in quelle meridionali, isole escluse.

Dunque nonostante il Natale di crisi, un buon numero di italiani comunque non rinuncerà a partire anche se, a confronto con il 2007, aumenta, la percentuale di coloro che alloggeranno presso amici o parenti, il 30%, seguita da un 25% di intervistati che sceglieranno come soluzione l’albergo o pensione.

In aumento dell’11% il numero degli italiani che prediligeranno, invece, l’accoglienza dei bed and breakfast.

Gli under 35 sono quelli che viaggeranno di più ma chi deciderà di concedersi una vacanza durante le feste natalizie non sarà disposto trovarsi di fronte ad incertezze e magari a spendere di più ed in modo sbagliato a causa di una mancata organizzazione in tempo utile.

Cala, infatti, all’11% la quota di coloro che prenoterà solo una parte del viaggio e diminuisce al 19% la percentuale di coloro che partiranno senza prenotare affatto; inoltre rispetto al 2007 cresce la quota di quanti faranno da sé, il 39%, prenotando il viaggio da soli, attraverso Internet o il telefono e la percentuale, il 12%, di coloro che si rivolgeranno ad operatori professionali, agenzie di viaggi e tour operator. Un 7% di intervistati ottimizzerà la possibilità di risparmiare attraverso le offerte last minute.

Il soggiorno fuori casa degli italiani per le festività durerà quest’anno in media sei notti, circa una settimana di vacanza; a non subire variazioni, inoltre, rispetto al 2007 è la scelta dei compagni di viaggio per cui il 43% degli intervistati accetta il motto “Natale con i tuoi” e sceglieranno dunque di trascorrere le vacanze con i propri familiari.

Gli italiani sembrano, invece, perdere il “feeling” con il proprio partner: cala al 31% la voglia di vacanza con il proprio amato mentre sale di 6 punti e si attesta al 20% del campione la quota di chi desidera una vacanza in compagnia degli amici.

L’attenzione al risparmio emerge anche dalla scelta delle mete turistiche; si registra una minore propensione a viaggiare in Europa mentre la meta preferita è la tranquilla vacanza italiana scelta dal 76% degli intervistati con preferenze che si concentrano soprattutto nel Lazio, Trentino Alto Adige, Lombardia e Veneto.

Tra coloro, invece, che si recheranno all’estero, sebbene l’Europa sia ancora la destinazione più scelta dal 18%i (e la Francia in particolare), si denota un’apertura verso mete più lontane: qualche punto in più le vincono l’America del Sud e l’Africa.