0 Shares 15 Views
00:00:00
17 Dec

Vacanze di Pasqua 2009 nel Salento

dgmag - 26 febbraio 2009
26 febbraio 2009
15 Views

Fede, folklore e tradizione sono gli ingredienti degli antichi riti pasquali nel Salento, in un tuffo tra passato e presente, tra riti cristiani e pagani.

I Caroli Hotels di Gallipoli e Santa Maria di Leuca (LE), aderenti all’Associazione dei Golden Book Hotels, propongono una settimana santa speciale, per vivere a fondo questo magico angolo di Puglia.

L’appuntamento è fissato per giovedì 9 aprile a Gallipoli (LE), la città bella: subito una visita ai Sepolcri, ricostruzioni della tomba del Cristo morto addobbate con piantine di grano e legumi fatti crescere rigorosamente al buio.

Venerdì, dopo la visita di Lecce, seguendo un percorso ideale che si snoda da Porta Napoli all’Anfiteatro Romano, passando per Piazza Duomo, la Cattedrale, la Chiesa di Santa Teresa, la Chiesa del Rosario, Porta Rudiae, la Basilica di Santa Croce e Piazza Sant’Oronzo, si può assistere a Gallipoli alla suggestiva processione del Venerdì Santo, che parte dal borgo antico e si snoda per le vie della città nuova, dal pomeriggio al mezzogiorno del giorno successivo, tra le luci delle candele, le musiche funebri, i gonfaloni a lutto, il passo lentissimo dei confratelli incappucciati e dei numerosi pellegrini che chiedono misericordia per i peccati.

La visita del borgo antico di Gallipoli, con la cattedrale-pinacoteca di Sant’Agata, le chiese delle confraternite, i palazzi fortezza, le mura, i bastioni e i vicoli tortuosi affacciati sul mare, è prevista per il pomeriggio di sabato, mentre la mattina sarà dedicata a Maglie, per un percorso a metà strada tra il piacere della cultura (con il Museo L’Alca) e il piacere dello shopping nel mercatino settimanale e negli eleganti negozi del centro.


Domenica c’è il tempo per visitare il museo della civiltà contadina a Presicce, quindi Santa Maria di Leuca, dove lo Ionio e l’Adriatico tradizionalmente si incontrano. La giornata prosegue con una passeggiata lungo la costa adriatica fino a Otranto: piccola, chiusa tra le sue mura, poggiata sul mare, bellissima. Un incantesimo di palazzi dorati e un prodigio di viuzze bianche.

Qui, nell’antica cattedrale normanna, si fa la conoscenza del Bene e del Male attraverso le immagini di un mosaico di pietra, il più vasto tappeto di preghiera d’Europa. Lunedì, prima di partire, si assiste al rito della pietra forata nella cappella di San Vito a Calimera, in piena Grecìa Salentina.

Ogni anno, il giorno di Pasquetta si svolge un antico rito pagano, propiziatorio della fecondità e della salute. Nella chiesetta si trova la pietra di San Vito: un monolite di età preistorica con un foro al centro. I pellegrini sono sempre attratti dal tentativo di passare attraverso la sacra pietra forata e siano essi magri, grassi, alti, bassi, vecchi, uomini, donne, tutti si stendono per terra e strisciando, con molti sforzi riescono a passare, nonostante il foro sia piuttosto stretto.

Si crede, infatti, che la sola fede sia in grado di allargare il varco, rendendo elastica la venerabile pietra che presso gli antichi greci rappresentava una sorta di nascita, un momento di esorcismo contro il male e la morte.

I Caroli Hotels di Gallipoli e Santa Maria di Leuca (Lecce) propongono per l’occasione un soggiorno di 5 giorni/4 notti, in camera doppia, trattamento di mezza pensione  (incluso acqua e vino bianco o rosato del Salento) drink di benvenuto, una visita guidata, al prezzo di 299 euro a persona. Gratis i bambini fino a 10 anni non compiuti, in terzo letto, accompagnati da due adulti.

Sconto del 50% per bambini fino a 10 anni non compiuti in quarto letto, accompagnati da due adulti. Sconto del 50% per i bambini fino a 10 anni non compiuti, accompagnati da un solo adulto.

Maggiori informazioni cliccando qui.

Loading...

Vi consigliamo anche