Vacanze di Pasqua, si parte!

Nonostante la bella stagione, secondo Federalberghi per il ponte di Pasqua il numero di italiani che andranno in vacanza diminuirà rispetto allo scorso anno ma crescerà il volume d’affari.

Secondo Federalberghi, infatti, saranno 7 milioni gli italiani in vacanza che dormiranno almeno una notte fuori casa e tra questi l’85% resterà in Italia mentre il 14% andrà all’estero.

Per chi resterà in Italia sarà il mare la scelta privilegiata (43% delle preferenze, rispetto al 44% del 2006), seguita dalla montagna al 24% (come nel 2006); in crescita le località d’arte maggiori e minori che toccano il 14% della quota di mercato, rispetto all’8% del 2006.

Per chi preferirà l’estero, il 47,6% (rispetto al 59% del 2006) andrà in località di mare mentre le capitali europee attireranno il 38,5% della domanda (rispetto al 27,4% del 2006).

Inoltre il 35% dei vacanzieri dormirà in albergo, ma una buona percentuale (il 23,3%) andrà in casa di parenti o amici, mentre il 20,4% in una casa di proprietà; crescono i pernottamenti negli agriturismi (6% il 4,5% del 2006), e nei campeggi (dal 2,1% dell’anno scorso al 4%).

La spesa media pro-capite si attesterà a 367 euro (comprensivi di trasporti, cibo, alloggio e divertimenti), contro i 332 euro del 2006; spenderà di più chi andrà all’estero (872 euro a persona, contro i 715 dell’anno scorso) mentre per chi rimarrà in Italia la spesa media ammonterà a 272 euro.

Intanto, il Gruppo Autostrade ha fatto sapere che saranno oltre 15 milioni i veicoli in circolazione sulla sua rete tra mercoledì 4 marzo e martedì 10 marzo.