0 Shares 13 Views
00:00:00
14 Dec

Vacanze estate 2010: si parte di meno e si resta in Italia

6 luglio 2010
13 Views

La decima indagine di Barometro Ipsos – Europ Assistance ha analizzato attitudini e preoccupazioni degli europei in vacanza dimostrando che nonostante la crisi gli italiani sono tra i popoli meno inclini a rinunciare alle ferie.

Il 71% degli italiani dichiara di essere intenzionato a partire anche se a ben guardare rispetto allo scorso anno si assiste ad un calo del 5% nelle partenze.

Il 56% degli italiani in partenza sceglie una vacanza all’insegna del relax e del riposo, mentre l’80% opta per una destinazione culturale in qualche nazione europea.

Il 66% sceglierà le spiagge e le montagne italiane per trascorrere i mesi più caldi ma nel complesso la stragrande maggioranza degli italiani sceglierà il mare (77%); sono sempre di più quelli che partiranno senza affidarsi alle agenzie, pari al 66% del totale (+6% rispetto al 2008), che programmano nel 61% dei casi le vacanze con largo anticipo.

Per tutti la spesa media destinata alle ferie è di circa 2100 euro, 72 in meno rispetto all’anno scorso, e i criteri in base ai quali si scelgono periodi e destinazioni sono il budget e il clima.

Interessante il dato relativo a quelli che non partono non perchè hanno problemi economici: è la salute dei parenti vicini a preoccupare più della metà degli italiani e li costringe a non partire.

Vi consigliamo anche