Vacanze estive a Malta per imparare l’inglese

La convenzione vuole che la meta eletta per chiunque voglia investire sul proprio inglese sia la Gran Bretagna, con la sua multiculturalità, la vitalità della sua capitale, con la sua cucina contaminata, il suo clima imprevedibile e l’inossidabile resistenza della sua moneta. Niente da eccepire. Londra – che ne rimane il polo di massima attrazione – è un luogo da vedere ed esplorare, in cui immergersi e di cui innamorarsi, ma “l’inglese a portata di mano” non sta solo lì.

Se avete un’indole meno metropolitana, se amate la natura, il sole e il mare, se cercate un clima mite per tutto l’anno e siete portati ad una dimensione isolana più circoscritta ma sempre affascinante, Malta è la vostra destinazione.

Qui il turismo rappresenta la principale risorsa economica. Una risorsa potenziata e valorizzata nel tempo, puntando semplicemente su caratteristiche congenite. L’isola è stata fino al 1964 colonia britannica e, adottando la lingua dei suoi colonizzatori, perfettamente integrata al maltese ufficiale e ad un italiano vagamente siculo, che sta largamente prendendo piede tra i giovani, è riuscita a trasformarsi in un punto di riferimento fondamentale per quelle vacanze-studio che richiamano ogni anno migliaia di ragazzi.

La sua conformazione e il suo clima la rendono un luogo di piacere e distensione in qualunque mese dell’anno, con ovvi picchi di predilezione per quelli estivi, in cui gli appassionati di distese azzurre possono scegliere tra le rocce selvagge delle coste del sud o le spiagge sabbiose della parte settentrionale. La sua avvincente e ricchissima storia richiama amanti dell’arte e della cultura, facendo della capitale La Valletta, un luogo d’elezione, riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

Insomma, non siete allettati dall’idea di imparare la “lingua madre del mondo”, potendo passeggiare sotto il sole tra le architetture barocche della Cattedrale di San Giovanni o le pietre cinquecentesche del Forte Sant’Elmo, e poi andare a tuffarvi nel cuore del Mediterraneo?