Vacanze in Svizzera sul monte Eiger

Per i montanari di origine controllata la meta perfetta è sempre stata la regione della Jungfrau, nella Svizzera tedesca: qui c’è una delle nature alpestri più spettacolari del mondo, soprattutto quando il paesaggio è in piena fioritura come in primavera-estate.

Ma soprattutto c’è una delle montagne più belle e temute dagli scalatori di tutto il pianeta: l’Eiger, che con la sua parete nord a 1.800 metri d’altezza è considerata una tappa obbligatoria per tutti gli amanti dell’alta quota.

Ma anche se non siete degli scalatori professionisti, ai piedi della parete nord dell’Eiger, parte un trenino, che arriva nella stazione più alta d’Europa, la Jungfraujoch a più di tremila metri d’altezza, che vi farà fare un lungo giro per queste montagne: dall’altipiano Kleine Scheidegg, dove è possibile ammirare le tre montagne (Eiger, l’orco, Monch, il monaco e il Jungfrau, la vergine), ai tanti ghiacciai della zona.

 

Il treno passa lungo strapiombi da far gelare il sangue, ma vale davvero la pena fare il biglietto e percorrere le montagne che hanno fatto la storia dell’alpinismo.

I villaggi dove dormire e mangiare sono tre: Grindelwald, la più turistica e frequentata con chalet alla moda, Murren, la più rustica, e Wengen. L’educazione e la civiltà sono massime: non ci sono suv e guai a chi suona il clacson o butta una sigaretta per terra.

Qui tra passeggiate, stube per pranzare e negozietti di abbigliamento e artigianato locale, non troverete il tempo per annoiarvi…