Via al Carnevale di Venezia 2008

Si apre ufficialmente il Carnevale di Venezia 2008, caratterizzato dal solito volo dell’angelo con protagonista Coolio, ex ribelle del rap, autore di uno dei brani più significativi del genere e di maggior successo degli ultimi anni, quel Gangsta’s Paradise che lo ha fatto conoscere in tutto il mondo.

Si tratta di una svolta totale per l’immagine del Carnevale più famoso del mondo, concettuale e simbolica: un angelo nero, più volte finito in carcere, che finisce il suo volo tra le braccia di una dogaressa, anche lei di colore.

E’ la prima delle tante sorprese in programma a Venezia che per il Carnevale è stata pensata da Marco Balich nel segno di Sensation, il titolo scelto per l’evento, 6 sensi per 6 sestieri: ogni sestiere della città viene scoperto attraverso lo sviluppo e la spettacolarizzazione di un senso, in un percorso che porterà il pubblico verso una nuova dimensione del Carnevale in cui il divertimento torna ad essere protagonista.

I sensi sono declinati attraverso la presenza di elementi scenografici, performance di gruppi teatrali e di artisti, concerti ed installazioni di light design; così San Polo è il sestiere destinato alla vista, Santa Croce all’olfatto, Dorsoduro al tatto, Castello all’udito, Cannaregio al gusto. San Marco è, invece, il centro sensoriale di tutto il Carnevale, il centro immaginativo e pensante della città, accogliendo la mente rappresentata anche dal simbolo dell’evento, un cervello diviso in sei zone.

Gli appuntamenti sono tutti all’insegna dell’imprevedibilità e della sorpresa: si va dal misterioso Carnevale al buio alla festa Romania… in tutti i sensi, tutti i sensi in una festa, dall’evento Sensation Show in piazza San Marco, dalle grandi abbuffate al Sensation Rasta Spritz, dal circo più piccolo del mondo Ripopolo alla reunion dei Pitura Freska e, per gli amanti della tradizione, alla Festa delle Marie curata da Bruno Tosi, probabilmente con la partecipazione di Ornella Muti.

Il Carnevale 2008 di Venezia è fatto di mega-eventi dance e concorsi, con addirittura un contest di Drag Queen, tanto per far capire che la festa a Venezia è davvero all’insegna della svolta.