0 Shares 15 Views
00:00:00
11 Dec

Dieci viaggi consigliati da Lonely Planet per il 2012

14 giugno 2012
15 Views

Vi state attrezzando di tutto punto per iniziare ad organizzare le vostre vacanze per l'estate 2012 ma non sapete da che parte iniziare? Ci pensa Lonely Planet che in vista dell'uscita della guida Best in Travel 2012 ha stilato una lista dei Paesi da inserire nel proprio scheduler per il 2012 "prima che sia troppo tardi" o in relazione ad eventi avvenuti proprio in queste zone.

Lonely Planet consiglia dunque l'Uganda, Paese decisamente poco turistico e dunque economicamente vantaggioso che però presenta ancora problemi socio-politici non indifferenti almeno nella zona Nord-Est; sicuramente meritano una visita Kampala, dove per via dei festeggiamenti dell'indipendenza è previsto un grande afflusso turistico, e la sorgente del Nilo.

Paese affascinante e venuto alla ribalta grazie al premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, il Myanmar è considerato uno dei must da visitare nel 2012 per via delle sue bellezze artistiche e delle sue spiagge incontaminate: la situazione non è tranquilla e le forze militari continuano a fare un po' come vogliono per cui se si sceglie questo Paese e si viaggia da soli è bene organizzarsi al meglio per evitare problemi.

L'Ucraina secondo Lonely Planet è meta emergente da visitare nel 2012 perché grazie agli Europei di calcio sono state migliorate molte infrastrutture tra cui i trasporti che consentono ora di girare il Paese in maniera molto più semplice. Per molti l'Ucraina è da evitare per via dei modi di Viktor Janoukovic e del suo governo denunciati apertamente da Yulia Tymoschenko, leader dell'opposizione.

Ne abbiamo parlato spesso su questo magazine e Lonely Planet inserisce la Giordania tra le mete da visitare nel 2012 specie in zone come Petra e Jerash: indipendente da 66 anni, è sempre più aperto verso l'esterno ed è, tra gli Stati Arabi, uno dei più visitati e visitabili.

La Danimarca non è una sorpresa della lista che la premia per la sua qualità della vita e per i tanti servizi a disposizione dei turisti mentre il Bhutan è una tra le destinazioni inserite nell'elenco ma che risulta più difficile da visitare dato che il Governo ha imposto ristrettezze e tasse che non incentivano il turismo.

Immancabile Cuba che secondo Lonely Planet va visitata prima che sia troppo tardi ovvero prima della morte di Fidel Castro nonostante a nostro parere la società sia già cambiata molto da qualche anno a questa parte e si sia modernizzata parecchio.

Poco conosciuta, costosa e affascinante è la Nuova Caledonia, un'isoletta dell'Oceano Pacifico che si presta ad escursioni e vita di mare ma non solo mentre Taiwan viene consigliata perché mescola sapientemente le varie anime della Cina e si sta sempre più aprendo alle esigenze di chi la abita e di chi la visita scegliendo percorsi ecosostenibili.

Ultima destinazione immancabile per il 2012 secondo Lonely Planet è la Svizzera con le sue strutture tecnologiche, un'attenzione quasi maniacale all'ambiente e tanti servizi che ne facilitano la visita e la fruizione.

Dieci Paesi che secondo Lonely Planet vanno messi in agenda per il 2012, siamo davvero in accordo con i consigli? Voi cosa ne pensate?

Vi consigliamo anche