Viaggio a New Orleans, città delle meraviglie

È il volto di un’America particolare, più contaminata, più colorata, più tradizionale di tutte le altre città statunitensi, cuore di una nazione in cui la storia si fonde magicamente con la superstizione, la varietà linguistica e la ritualità culturale: New Orleans è americana, francese e africana, terra madre del jazz, di quella tradizione musicale dichiaratamente “nera” che trae ispirazione dalla storia degli schiavi e delle grandi piantagioni del sud, passando tra le acque del Mississippi e i pittoreschi quartieri del centro.

E che ancora a questo sostrato profondamente radicato deve la dimensione suburbana dello spiritismo e della ritualità, dal celebre carnevale, sfarzo pagano di danze e colori, al fascino maledetto del cultura voodoo.

 

In graduale ripresa dopo il colpo infertole nel 2005 dall’uragano Katrina, New Orleans non ha mai smesso di essere un’indiscussa capitale del divertimento e dell’eccesso, un luogo dove la vitalità e l’allegria sono totali e contagiose.

Potete cedere ad una o a tutte le sue seduzioni: la dimensione urbana e tradizionale dei quartieri (come il French Quarter o il Garden District) e dei battelli, dei mercati e della cucina (dove troneggia il caratteristico Gumbo, in cui si mescolano ingredienti ed influenze di origine africana, indiana, cajun e creola), quella gaudente e sfrenata dei locali notturni, della musica per le strade o degli spettacoli dal vivo dentro piccoli club fumosi, quella storica e artistica dei musei e dei monumenti, con la suggestione del Voodoo Spiritual Temple in cima alla lista.

Grazie alle continue offerte promosse da US Airways, raggiungerla è molto facile: in questo momento, ad esempio, un volo per New Orleans con partenza da Milano Malpensa si aggira intorno ai 600 euro.

 

E, una volta sbarcati al New Orleans International Airpost e saliti sulla navetta che percorre i 18 km che lo separano dal cuore della città, è impossibile non farsi sedurre, con tutti i sensi, dal suo fascino. Questo è tra l’altro uno dei periodi migliori dell’anno, sia per il clima meno umido e più amabile, sia per la concomitanza con uno degli eventi più importanti della città, lo storico Jazz Fest, festival musicale che rende omaggio alle grandi sonorità della Louisiana.