Viaggio a Zanzibar, tra spazi e spezie

È considerata la porta d’ingresso di un’Africa lontana dagli stereotipi tradizionali, plasmata e rafforzata intorno alle proprie bellezze, sempre più focalizzata su una potenzialità recettiva che ne ha fatto un paradiso per turisti e viaggiatori.

Zanzibar è l’sola delle meraviglie, in cui ogni odore, ogni sapore, ogni colore avvolge il visitatore, trasportandolo in un’esperienza unica.

Circondata dall’Oceano Indiano, Zanzibar è prima di tutto un paradiso marittimo, con le sue spiagge bianchissime avvolte da alberi di cocco e le sue acque cristalline e ricche di coralli.

 

Al centro di un’aneddotica singolare, che la vuole sede della guerra più breve della storia (durata solo 45 minuti), terra di adozione della prima televisione a colori di tutta l’Africa, patria natia del leader dei Queen Freddie Mercury e scenario eletto di una serie di gesta e leggende, come quella di Sindbad, l’avventuroso protagonista de “Le Mille e una Notte”.

Ma è la produzione e la lavorazione delle spezie, la cui rotta venne aperta dagli esploratori portoghesi tra il XV e il XVI secolo, ad aver reso celebre l’isola, i cui mercati, completamente pervasi dall’intenso aroma di pepe e noce moscata, zenzero e cannella, sono un’esperienza che è impossibile non concedersi.

Tutte le settimane partono voli da Milano, Verona, Bologna e Roma diretti in questo luogo di sogno, che, oltre al mare e alle spezie, offre molte altre attrattive.

Come la Jozani Forest, una riserva naturale di circa 2.945 ettari, ricca di eucalipti secolari, allori alessandrini e palme gigantesche, dove si possono incontrare scimmie, antilopi, maiali selvatici, manguste e, con un po’ di fortuna, anche il rarissimo leopardo di Zanzibar; come il quartiere di Stone Town, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, o ancora come la zona di Kizimbani, dove le coltivazioni di spezie fanno da cornice ai resti degli antichi bagni persiani di Kidici.

 

Zanzibar è una magica combinazione di natura incontaminata e suggestiva tradizione storica, in cui ogni scorcio e ogni paesaggio si offre ad un viaggio nel viaggio che, tra odori e variazioni cromatiche, tra appagamento del corpo ed esplorazioni del palato, rapisce la mente e travolge tutti i sensi.

Ma i turisti possono scegliere anche e soprattutto pacchetti all inclusive per i migliori resort di Zanzibar: su Tui, per esempio, si parte da 1000 euro a persona per soggiornare in uno dei migliori resort di Zanzibar.

Per chi volesse avere una panoramica delle migliori offerte per Zanzibar basta cliccare qui e sfruttare il motore di ricerca di Kelkoo a questo indirizzo.