0 Shares 9 Views
00:00:00
12 Dec

Viaggio autunnale a Singapore per le celebrazioni religiose

15 settembre 2009
9 Views

La fine dell’estate porta con sé una ventata di festeggiamenti nella vibrante Singapore. La più multiculturale delle città asiatiche accoglie la stagione autunnale celebrando i principali gruppi etnici che la popolano con tre coinvolgenti festival.

Hari Raya Aidilfitri è l’evento più importante del calendario musulmano in quanto segna la fine del Ramadam e a Singapore la comunità malese lo ricorda con oltre un mese di festeggiamenti che hanno inizio a metà Agosto per terminare il 27 Settembre. Kampong Glam e Geylang Seray, le vie più rappresentative del quartiere malese, sono addobbate con luci decorative e brulicano di bazaar che vendono artigianato e vestiti tradizionali, ma anche  deliziose specialità gastronomiche come il ketupat (torta di riso avvolta in foglie di cocco o palma) o le irresistibili kueh tat (crostatine di ananas).

Le lanterne colorate e i fuochi d’artificio del Mid-Autumn Festival animeranno le strade di Chinatown dal 19 Settembre al 18 Ottobre.

Il culmine di questo periodo di festività è tradizionalmente celebrato nelle comunità cinesi di tutto il mondo il quindicesimo giorno dell’ottavo mese lunare, quando la luna raggiunge la sua massima luminosità. Questa occasione propizia è un momento di incontro per famiglie e amici che si riuniscono per gustare biscottini a forma di luna e tè cinese, ammirando il plenilunio. Il folklore cinese e la storia danno versioni differenti sulla nascita di questa grande festa: la prima leggenda vede protagonista Chang Er, che dopo aver assassinato il proprio consorte e averlo derubato dell’elisir di immortalità, fuggì sulla luna; la seconda commemora il patriota Zhu Yuan Zhang che rovesciò il dominio tirannico della dinastia Yuan nel 14esimo secolo, trasmettendo i suoi piani attraverso strisce di carta nascoste in biscottini a forma di luna.

Infine dal 18 Settembre al 25 Ottobre Little India si riempirà dei colori e profumi del Deepaveli o Festival delle Luci, la festività più importante secondo il calendario indù, che ricorda il trionfo del bene sul male rappresentato dall’accensione di lampade a olio nelle case come segno di buon auspicio. Per l’occasione i visitatori potranno perdersi tra i bazaar colmi di gioielli, vestiti e manufatti indiani, gustare ogni genere di prelibatezza proposta bancarelle gastronomiche e assistere a performance culturali e musicali.

Una sola città e tre differenti festival per celebrare le diversità culturali che la animano, pur convivendo in grande armonia. Un’occasione unica per scoprire il fascino di tradizioni senza tempo che si intrecciano arricchendo una società cosmopolita e moderna.

Vi consigliamo anche