0 Shares 6 Views
00:00:00
13 Dec

Viaggio nei castelli della Sassonia

17 maggio 2009
6 Views

Sono circa 1000 i Castelli, le rocche, i parchi ed i giardini in Sassonia legati strettamente ai membri della casa Wettin che accolsero nelle loro Corti numerosi architetti ed artisti di grande fama, soprattutto in epoca barocca.

Per questo la sua natura, la cultura, le valli pittoresche attraversate da fiumi, i Castelli maestosi, le imponenti formazioni rocciose, le possenti fortificazioni, i boschi rigogliosi e le romantiche sedi nobiliari, fanno della Sassonia una terra ricca di contrasti in grado di emozionare profondamente ogni viaggiatore.

Ecco alcuni dei castelli più famosi della Sassonia:

– Schloss Moritzburg
: dedicato al Duca Moritz, che nel 1542 fece costruire uno spettacolare Castello interamente circondato dalle acque, come residenza di caccia alle porte di Dresda. Nel 1723 Augusto il Forte ne affidò la ristrutturazione all’architetto Matthäus Daniel Pöppelmann, autore dello Zwinger, con il compito di realizzare una residenza adatta all’organizzazione di eventi memorabili. Nacque così, quel gioiello del Barocco che possiamo ammirare ancora oggi, con le sue quattro torri e le sue eleganti tonalità di ocra e bianco che si rispecchiano nella laguna intorno al Castello. "MoritzburgFestival", festival della musica da camera, dal 8-23 agosto 2009.

– Albrechtsburg Meissen: è il primo Castello della storia architettonica tedesca, caratterizzato da audaci linee architettoniche e soluzioni rivoluzionarie che ancora oggi non mancano di stupire i visitatori. Le imponenti torri, le splendide facciate e le ampie finestre che si rispecchiano nelle acque del fiume, rilasciano la propria impronta nel paesaggio della pittoresca valle dell’Elba. Meissen si sta preparando al grande compleanno della manifattura di porcellana del 2010: "Il castello Albrechtsburg come Castello della porcellana" da maggio ad ottobre del prossimo anno.

– Schloss Hartenfels: è l’edificio più rappresentativo della città luteriana di Torgau, un eccellente opera d’arte in uno dei luoghi piùspettacolari del Rinascimento tedesco. Uno dei percorsi più interessanti per scoprire la città, è il "Torgauer Museumspfad", il quale conduce il visitatore,ad ammirare il Castello con la sua Chiesa, il primo edificio sacro protestante realizzato in Europa, progettato da Lutero e da lui stesso inaugurato.  Nell’attesa dell’anniversario della riforma luterana, nel 2017, vari eventi a tema sono già in cartellone nella città di Torgau.

– Parco Fürst Pückler ParkBad Muskau: è caratterizzato dall’accentuato contrasto tra la natura dei suoi paesaggi e le ricche architetture tipiche dei giardini reali barocchi. Il più celebre esempio, apprezzato in tutto il mondo, è il parco voluto dal Principe Pückler-Muskau, allora noto soprattutto per i suoi ricordi di viaggio. Imparando da autodidatta l’arte della decorazione dei giardini e giocando sugli accostamenti e sulle prospettive, riuscì a mettere insieme un’opera d’arte "totale", divenuta modello stilistico e la cui fama si spinse anche oltreoceano.

– SchlossPillnitz: circondato da uno splendido parco e situato nei pressi Dresda alle porte della Valle dell’Elba, dichiarato dall’UNESCO patrimonio culturale dell’umanità, l’incantevole Castello diPillnitz, rappresenta un perfetto esempio di stile chinois. Meritano una visita i giardini inglese, olandese e cinese, l’Orangerie ed il padiglione dedicato alle camelie giapponesi. Highlight annuale a Pillnitz  "La notte del Castello", 8 agosto 2009: grande evento con concerti, balli, percorsi enogastronomici, presentazioni, arte e cultura.

– SchlossWackerbarth: fiabesco è lo spettacolo che si presenta ai visitatori che giungono ai piedi delle colline vinicole diRadebeul. Si tratta di un vero e proprio gioiello realizzato tra il 1727 e il 1729 per volere di August Christoph Conte di Wackerbarth, che qui trascorse la sua vecchiaia. Lo Schloss Wackerbarth è da allora simbolo della leggendaria vitalità del popolo sassone ed il suo nome è  legato alla produzione dei vini pregiati e degli ottimi spumanti locali, tradizione che risale ad ottocento anni fa. I visitatori hanno la possibilità di degustare i prodotti dei vigneti sassoni, ed osservarne le fasi produttive.

Vi consigliamo anche