Viaggio in Guyana francese, vero paradiso

La Guyana francese è una regione della Francia in America meridionale.

Da ex colonia penale, quale è stata fin dal XVII secolo (Ile Royale, Ile Saint Joseph e Ile du Diable sono state, infatti, la colonia penale ritratta nel libro e nel film Papillon), a paradiso per vacanze.

Una profusione di palme e rampicanti, frammenti di foresta pluviale, un mare caraibico con spiagge bianchissime, come, per esempio, quella di Les Hattes, monitorata dal Wwf, dove si riproducono le testuggini marine: bestioni di 700 chili. Oppure sentieri di terra rossa nella boscaglia dove si trovano ancora rovine di celle e prigioni, piantagioni di cacao e di rose.

 

Il capoluogo della Guyana francese è Caienna, ma la città di Kourou con il suo mix etnico, è più vivace della capitale: internet cafè soffusi con il caldo umido della giungla, cucina francese con spezie vietnamite, scienziati e legionari che bevono insieme in bar dall’aria marsigliese.

Qui convivono vecchie strutture di architettura colonialista, con il verde della foresta e il sole che non smette mai di battere sulla costa. Kourou è un ex borgo di pescatori che si affaccia sull’Oceano Atlantico ed è da decenni l’avamposto equatoriale della più sofisticata tecnologia dell’Agenzia Spaziale Europea. Qui la costa è caratterizzata da lunghe spaigge bianche, con alcuni promontori scogliosi e un mare cristallino.

La Guyana francese è attrezzatissima per ogni tipo di vacanza all’insegna di proposte ecologico-ambientali: pesca, birdwatching, trekking alle cascate Voltaire e ovviamente tanto mare e tanto sole.