0 Shares 15 Views
00:00:00
14 Dec

Olimpiadi invernali 2014: video virali contro l’omofobia

LaRedazione
13 febbraio 2014
15 Views
sochi video virali contro l'omofobia

Già molti mesi prima dell’inizio delle Olimpiadi Invernali 2014 di Sochi, l’attesa è stata condita da tantissime polemiche, nate in seguito ad un clima, definito di profonda intolleranza, che giganteggia sulla Russia. Tra le discriminazioni di vario genere e le varie leggi omofobe, sono arrivate le prime risposte.

Prima con i vari video pubblicati sul web e in particolare sui social network, poi con le prese di posizione delle varie delegazioni internazionali, come la Germania, e infine con i cosiddetti video virali, contro l’omofobia, che attirano l’attenzione grazie alle condivisioni sul web.

E così le medaglie d’oro, argento e bronzo sembrano scivolare in secondo piano. Chiaramente contro il governo russo di Vladimir Putin: già Angela Merkel, Barack Obama e Francois Hollande, in contrasto sulla questione omofobia, non si sono presentati lo scorso otto febbraio a Sochi per l’apertura delle Olimpiadi Invernali 2014. Ora a farla da padrona sono i video, diventati subito virali, che lanciano messaggi importanti contro l’omofobia, si schierano contro Putin, ma tramite immagini davvero divertenti.

Il primo video? Arriva dal Canada. E’ stato lanciato dal Canadain Institute, che si occupa di diversità e di inclusione. E’ stato questo istituto a promuoverlo e a lanciarlo. Si schiera contro le leggi anti-gay che sono state varate in Russia, e ricorda che comunque, tramite uno slogan, i giochi olimpici sono stati in fondo sempre a favore dei gay. Un video di qualche minuto con un sottofondo musicale di una canzone anni 80’ del gruppo degli Human League.

Un altro video è partito dalla Norvegia, una sorta di spot diffuso da un’azienda, denominata XXL, che si occupa di impianti sportivi di grandi dimensioni. Ritrae una splendida donna che entra in aeroporto, che attira le attenzioni di molti uomini. Finale a sorpresa con la stessa donna che si bacia con un’altra donna.

Virale, e internazionale, quello di Google. Il doodle proposto nel giorno dell’inaugurazione ha avuto un grande successo. Sono davvero tanti i video promossi sul web. Video virali accompagnati da post e foto che si oppongono duramente al governo russo e a Putin. Video virali che, in una maniera o nell’altra, hanno comunque portato Sochi all’attenzione di tutti. Anche di chi non è interessato ai giochi olimpici. Video virali che hanno raggiunto milioni di visualizzazioni, raggiungendo ogni angolo del mondo. Smuovendo, sicuramente, il pensiero di molti.

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=EEAcoeTHYc4

Loading...

Vi consigliamo anche