0 Shares 11 Views
00:00:00
16 Dec

Un cannolo siciliano nello spazio!

LaRedazione - 5 marzo 2014
LaRedazione
5 marzo 2014
11 Views
cannolo siciliano spazio enna

Un gruppo di ragazzi di Enna ha voluto sfidare la Nasa: quello lanciato da questi improbabili scienziati, sarà il primo cannolo siciliano ad aver abbandonato il pianeta terra.

Il cannolo è stato realizzato in Fimo, una pasta sintetica indurente facilmente modellabile, che resiste anche a condizioni di pressione estrema come quelle che avrebbe dovuto sopportare il cannolo lanciato in orbita. Per riuscire nell’intento, i ragazzi hanno utilizzato una navetta spaziale a costo zero, utilizzando esclusivamente materiali di riciclo con un pallone aerostatico riempito ad Elio; per controllare le fasi di volo e avere una testimonianza dell’impresa che si stava compiendo, i ragazzi hanno montato sulla navetta due telecamerine a basso costo e si sono preparati per lanciare il loro esperimento, scegliendo come rampa di lancio una località nella zona di Enna, Rocca di Cerere.

Prima del decollo, il gruppo di amici ha ottenuto anche l’autorizzazione da parte di Enac, Enav e anche dal 41esimo stormo di Sigonella, per evitare interferenze con le loro attività aeree. L’esperimento è perfettamente riuscito, come dimostrato dal video messo sulla rete, il pallone ha portato il cannolo fin quasi a raggiungere i 30mila metri di altezza, superando l’atmosfera ed entrando nella stratosfera, dove il pallone è esploso permettendo la ridiscesa della navicella spaziale che è atterrata sulle Madonie palermitane, a Bompietro.

Il ritrovamento della navicella è stato possibile anche grazie a un gps, indispensabile, che ha permesso agli ‘scienziati’ di seguire passo passo l’evoluzione dell’esperimento fino al recupero finale. Le telecamere hanno ripreso tutto e, nel video, si vede il cannolo che sale sempre più i n alto, superando l’azzurro intenso dell’atmosfera e arrivando ai confini dello spazio dove il nero dell’universo comincia a incombere.

Il team di scienziati è composto da: Antonella Barbera e Fabio Leone sono due filmaker che hanno chiesto il supporto tecnico a Paolo Capasso, professione informatico, con una grande passione per l’elettronica.

Una volta messe insieme le conoscenze di tutti si è cominciato a lavorare al progetto, nato come un gioco; l’idea di inserire un cannolo siciliano, secondo quanto riferito dai ragazzi, è venuta per portare qualcosa di tipico e di speciale di questa bellissima terra nel cosmo.

Tra i video virali, questo del cannolo siciliano lanciato nello spazio è uno dei più esilaranti.

Loading...

Vi consigliamo anche