Top

Assassin’s Creed Unity – La nostra recensione

E' la setta di assassini più amata di sempre. Ce l'avrà fatta Ubisoft a sfornare un capolavoro?

Genere: Azione

Uscita: 13 novembre 2014

Piattaforme: PC, PS4, Xbox One

Prezzo e link per l’acquisto: 49,99 (fonte Amazon.it)


In breve: ennesimo capitolo della saga di assassini più amata

 

Nel nuovo capitolo della saga di Assassin’s Creed si volta pagina e si finisce a Parigi, più precisamente durante la Rivoluzione Francese. Un ambiente evocativo ed affascinante quello che Ubisoft ha voluto donare ai giocatori. Un ambiente, almeno per come lo si era presentato, vivo come non mai con il popolo, vero protagonista della Storia, sempre pronto a farla da padrone in molte scene. Sarà difficile muoversi, uccidere e scappare dagli inseguitori, in questa Parigi funestata dalla ribellione alla monarchia, nelle quali piazze si riverseranno migliaia e migliaia di popolani desiderosi di vendetta. Volete sapere cosa ne pensiamo? Leggete la nostra recensione.

Partiamo dalla storia. Scontato sarà l’evolversi del protagonista intorno ai fatti della Rivoluzione Francese. L’assassino di cui vestiremo i panni sarà Arno, seguace della storica setta degli assassini che affonda le sue radici nella storia di Altair. Arno si troverà ben presto invischiato nel panorama politico francese, dovendo partecipare ad alcuni momenti concitati e nei quali dovrà prendere alcune importanti decisioni. Lo diciamo subito: nonostante il setting di sfondo della Rivoluzione Francese sia molto evocativo, la storia ci ha deluso un pochino. Mancando del mordente, il personaggio di Arno risulta poco tratteggiato e un pochino troppo anonimo se comparato ad Ezio, ad esempio. Un’occasione sprecata, se si pensa al bacino di eventi storici e personalità importanti all’interno della rivoluzione più importante d’Europa.

ASS

Ora passiamo al gameplay, per alcuni versi croce e delizia dell’intera saga di Assassin’s Creed. Anche qui dobbiamo fare un appunto veloce: per alcuni versi è di molto migliorato. Le animazioni che muovono Arno sono di ottima fattura ed ora i movimenti sembrano più fluidi e naturali. Anche la sezione stealth è di molto migliorata, rendendo il gameplay ancora più divertente e variegato. Passiamo invece ora ai lati negativi, primo tra tutti, quello della IA dei nemici. Purtroppo, e lo diciamo con la mano sulla coscienza, sembra che la IA dei nemici sia rimasta ancorata al passato. Campo visivo limitatissimo, nessuna reazione ai rumori e movimenti fin troppo prevedibili, fanno dei soldati nemici degli stupidi fantocci da buttare giù uno dopo l’altro, sopratutto se si sa utilizzare a pieno la modalità stealth. Inoltre, dei gadget fin troppo potenti sbilanciano tantissimo gli scontri in favore del giocatore, facendo sì che spesso, nelle risse con decine di nemici, piuttosto che il fervore sopravventi la noia. Un nostro consiglio per cercare di godersi appieno il titolo è quello di limitare l’uso di alcuni tra i gadget più potenti come ad esempio il fumogeno. Così facendo, renderete più dinamici gli scontri e il divertimento ne gioverà. Parola nostra.

Ora parliamo di Parigi, quella finta. Ubisoft ha ricreato la capitale francese con dettagliatisimma minuzia nei più piccoli particolari. Pensate solamente che il numero degli edifici è stato triplicato rispetto a qualunque altro titolo della saga. Assieme alla città, è cambiato anche il modo di Arno di muoversi attraverso di essa. Proprio perché la città offre molti più edifici e dunque appigli e pareti da scalare, l’intero free running ( e cioè il modo con cui Arno si muove dall’uno all’altro) è stato completamente rivisto. Ora il nostro assassino sembrerà muoversi ancora con più grazia e potenza del passato, grazie all’implementazione nel sistema di scalata di nuovi comandi che indirizzano la salita o la discesa di Arno verso punti ben specifici. Così facendo, le animazioni delle scalate, delle corse tra i tetti e delle arrampicate al cardiopalma ne giovano tantissimo perché ora più reali che in passato. Unica nota negativa, il fatto che tale complessità ogni tanto porta Arno a bloccarsi qui e lì perché il sistema non riesce ad interpretare con la stessa velocità i comandi indirizzati dal giocatore. Un vero peccato se si pensa al free running completamente rivoluzionato rispetto al passato.

Assassin’s-Creed-Unity-87

In grande spolvero, invece, è la modalità multiplayer online in cooperativo. Difatti, potremmo giocare con altri tre amici per affrontare e completare delle missioni random specifiche per quattro giocatori. Queste saranno, per l’appunto, random e richiederanno buon affiatamento tra i membri del team. Le guardie saranno in sovra numero ed arrivare vivi a fine missione non è del tutto scontato. Progredendo in queste particolari missioni si accumuleranno crediti e si sbloccheranno nuove skin indossabili dal nostro alter ego virtuale. Una modalità che abbiamo molto apprezzato perché punta a spezzare la monotonia del titolo Ubisoft

 

Le nostre conclusioni

Di Assassin’s Creed Unity si può dire tutto, meno che sia un titolo scontato. E’ vero che alcuni difetti storici della serie permangono e questa volta sono pure accompagnati da numerosi bug, però è vero che questa volta Ubisoft ha fatto di tutto per dare una svolta decisiva alla serie. Lungi da essere un capolavoro o un gioco perfetto, Unity ci ha saputo stupire anche solo per la riproduzione in larga scala di Parigi, cosa inattuabile fino a qualche mese fa con la vecchia generazione di console. Insomma, se siete fan della serie questo nuovo capitolo non potrà sfuggire alla vostra libreria. Allora, cosa aspettate? Cliccate qui se volete comprarlo.