FIFA 15 – La nostra recensione

Siete pronti per il nuovo campionato di calcio? Ecco tutto quello che c'è da sapere su Fifa 15

Genere: Sportivo

Uscita: 09 settembre 2014

Piattaforme: PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One

Prezzi e link per l’acquisto: 54.80– 89.90 euro su Amazon.it:


In breve: gioco sportivo che da anni è in vetta  alle classifiche di vendita, sarà così anche quest’anno?

Torna settembre, torna il campionato, e, come ogni anno, torna anche l’ultimo lavoro dei ragazzi di EA Sports. Con la data di uscita fissata per il 25 settembre, migliorato di anno in anno, FIFA è un caposaldo tra i titoli sportivi di questa generazione, dopo aver spodestato PES dal trono già qualche edizione fa, ce la farà a confermarsi anche quest’anno? Scopritelo assieme a noi nella nostra recensione.

Quello che balza subito all’occhio in FIFA 15 è la grande cura con cui si è lavorato sulla grafica del gioco. Molto migliorata rispetto all’anno passato, la veste con cui si presenta FIFA è tutta nuova. Con un’illuminazione più omogenea e più dinamica, con una cura minuziosa nei particolari grafici, quello che abbiamo davanti sembra un altro titolo rispetto a quello passato.

Grande migliorie sono state effettuate anche al campo, adesso più vivido che mai. Addirittura, ora nei replay è possibile distinguere i fili d’erba uno dall’altro e il campo stesso tende ad usurarsi visibilmente durante gli scontri. Insomma, un gran passo in avanti. Anche i giocatori sono stati ritoccati al livello grafico. Più aggraziati e slanciati, hanno perso la pesantezza che avevano nelle passate edizioni. Anche i volti sono strati migliorati, ora, infatti, più giocatori hanno le fattezze fisionomiche simili alla controparte reale ed alcuni giocatori sono stati finalmente aggiornati nell’aspetto. Uno su tutti, in questa edizione finalmente Pirlo ha la barba. Anche gli stadi sono stati aggiornati, basti pensare all’inserimento di tutti gli stati della Premier League. Diversa è la sorte di quelli italiani, presenti ancora in numero sparuto.

Al livello di gameplay, ci sarebbe molto da discutere. Rispetto alla scorsa edizione, infatti, si è scelto di velocizzarlo in favore di dinamismo negli scontri. Nonostante la velocità sia aumentata, alcuni ritocchi sono stati fatti anche ai movimenti dei giocatori (ora sarà più difficile stoppare la palla) e, soprattutto, ai difensori. La fisicità negli scontri è stata migliorata, di modo che i giocatori più veloci non sempre l’avranno vinta su quelli più lenti. Il fisico conterà e parecchio pure, soprattutto quando ci si vuole allungare il pallone sulla fascia inseguiti dal difensore avversario.

Un vero neo di questa edizione sono i portieri. Presentati come la vera rivoluzione di quest’anno, come abbiamo potuto constatare, nonostante le patch ad essi applicate successivamente, siano sempre tardivi su alcuni interventi o addirittura completamente immobili. Non capita sempre, è vero, ma qualche volta di troppo si vedono un po’ troppe incertezze sulle palle basse e sulle uscite. Forse proprio per limare questo aspetto, ora sarà molto più difficile segnare di testa. I difensori, infatti, difficilmente si faranno anticipare e l’attaccante avrà molte difficoltà ad imprimere al pallone la forza necessaria per superare il portiere.

ifa-15-la nostra recensione

Per quello che riguarda le modalità, FIFA offre una vasta varietà di scelta-. Modalità regina è senza dubbio Carriera, nella quale potremmo scegliere se vestire i panni di un allenatore, decidendo di gestire mercato o formazione, o di un giocatore, partendo dalla panchina dalla prima partita fino ad arrivare a vincere importanti tornei. Articolato e mai troppo semplice, la modalità Carriera offrirà diverse ore di gameplay variegato, nel quale potremmo scontrarci nei campionati più disparati, fare mercato e ambire ad ogni titolo.

Oltre alla modalità Carriera, non possiamo non segnalare la modalità FIFA Ultimate Team. Nato come DLC di FIFA, ha avuto tanto successo che nell’ultima edizione è stata integrata in una Limited Edition, dal prezzo un po’ maggiorato, nel quale avevamo diritto a molti pacchetti oro in regalo. Grande novità di questa nella FUT è la possibilità di prendere i giocatori in prestito anche solo per qualche gara. Sarà sempre possibile comprarli grazie al mercato migliorato e, da come hanno dichiarato quelli di EA, un occhio particolare è stato dato alla cura degli aggiornamenti settimanali. Settimanalmente avremmo pacchetti bonus e carte evento speciali, con i giocatori più in forma del momento presentati in carte particolari e rarissime che avranno fin da subito altissimo valore di mercato.

Segnaliamo, inoltre, in conclusione l’ottimo lavoro fatto con la nuova telecronaca, nata completamente da zero, a cura di Pierluigi Pardo e Stefano Nava. Partire da zero, dopo anni passati con Caressa e Bergomi, sappiamo che non dovrebbe essere stato facile, ma i ragazzi di EA ci hanno stupito con un doppiaggio variegato e di qualità. Abbondano, difatti, molte curiosità sopratutto quando vengono citate le grandi squadre, delle piccole chicche che agli appassionati possono far solo che bene.

Le nostre conclusioni

Dovendo esprimere un giudizio in questa recensione, il titolo presentatoci da EA quest’anno non è di certo perfetto ma ha i suoi punti di forza. Tralasciando qualche problema di gameplay che speriamo vengano risolte in patch future, FIFA 15 riesce sempre ad interessare soprattutto grazie alle sue modalità. Prima tra tutti di certo FIFA Ultimate Team (che potete acquistare qui) che con la sua dinamicità soprattutto di mercato, garantirà agli appassionati molte ore di divertimento. Presente nei negozi dal 25 settembre, FIFA forse può essere quel gioco sportivo che sazierà la vostra fame di calcio.