Playstation Now debutta finalmente in Nord America

Playstation Now ha debuttato in open beta in Nord America e i primi responsi sembrano più che ottimistici. Ma andiamo a vedere meglio di cosa si tratta

Playstation Now è senza ombra di dubbio il passo verso il futuro di Sony. Attraverso questo nuovo servizio offerto agli utenti americani, Sony si lancia a testa bassa verso il futuro del videogaming. Già annunciato nel 2012 come progetto Gaikin, Playstation Now permetterà in un futuro prossimo di giocare a qualunque videogame superando le barriere architettoniche del dispositivo stesso. Attraverso la riproduzione in streaming, attraverso server dedicati, con Playstation Now si potranno riprodurre tutti i giochi possibili anche su piattaforme che quei giochi non li supportano. Ma andiamo a vedere meglio.

Playstation Now è basato sullo streaming game, come lo streaming video o audio che ci permette di riprodurre in remoto su qualunque dispositivo lo stesso file. É il caso della musica e di Google Play, ad esempio. Una volta caricato un file mp3 sul cloud, lo stesso file musicale sarà riproducibile su vari dispositivi senza che il file fisico sia presente sui quegli stessi dispositivi. Playstation Now fa la stessa cosa ma con i videogiochi: attraverso Playstation 4 e, in un prossimo futuro, PSVita sarà prossibile riprodurre in streaming milioni di giochi presenti sui server Sony senza averne il supporto fisico. La riproduzione è possibile effettuarla con un caricamento di una quarantina di secondi e poi si giocherà in diretta sul dispositivo. Sono i server Sony che fanno tutto il lavoro: sul dispositivo viene solo proiettato l’immagine del gioco che viene caricato e riprodotto su server lontani e remoti. Sarà dunque possibile riprodurre su PSVita o PS4 giochi di qualunque altro dispostivo Sony. La demo di The Last of Us fatta girare in remoto su una PSVita è stata la prova di Sony all’ultimo E3.

Come funziona. Per giocare ai titoli presenti sui server basterà un abbonamento Plus e sarà possibile affittarli. L’affitto, dipenderà dal gioco, partirà da un minimo di 4 ore ad un massimo di 90 giorni. Qualunque salvataggio verrà effettuato sul cloud Sony e di conseguenza sarà possibile giocare la stessa partita su dispositivi differenti. Dispositivi, e sta qui la potenza del progetto Sony, che non si riducono solo alle console domestiche PS4 e PSVita, no. Sony ha in progetto di estendere il servizio Playstation Now anche ad altri dispositivi come TV Bravia (ce ne sono in produzione già di compatibili), tablet, smarphone, fino ad arrivare anche ai dispositivi Apple. Necessaria è una buona connessione superiore ai 5MB, ecco perché l’open test è cominciato in USA, paese con il maggior numero di connessione ottiche al mondo.

Quanto costa. Il servizio, cominciato ieri, sta già dando dei buonissimi risultati anche se alcuni utenti si stanno lamentando dei prezzi troppo alti. Ecco a voi un breve riepilogo per i titoli affittabili a 90 giorni.

  • F1 2013 – $49.99.
  • NASCAR 14 – $39.99
  • Dirt 3 – $26.99
  • Grid 2 – $22.99
  • Deus Ex: Revolution – $29.99
  • Metal Gear Solid 4 – $14.99