0 Shares 11 Views
00:00:00
11 Dec

Advertising: il mercato della pubblicità preferisce i social!

LaRedazione
15 settembre 2013
11 Views

Il mondo di internet è in continua evoluzione, e le sorprese che esso riserva talvolta sono in grado di lasciare chiunque a bocca aperta: se si pensa che all’inizio della sua vita internet contava pochissimi pagine, mentre oggi il web è invaso da miliardi di pagine diverse, si può subito dedurre che il progresso che internet ha fatto è stavo veramente grandioso.

Col passare del tempo e con un numero sempre più elevato di persone che decidono di connettersi a internet, le aziende hanno ben pensato di lasciar perdere, almeno in parte i metodi classici di farsi conoscere, come ad esempio la pubblicità nella radio: le aziende hanno infatti deciso di farsi conoscere sul webattraverso l’advertising, ovvero la pubblicità che viene postata sul web.

Grazie ad essa infatti, le aziende hanno ottenuto una visibilità maggiore: spesso quando si naviga sul web ci si imbatte in una delle tante pubblicità che appaiono improvvisamente e che sponsorizzano un prodotto o un servizio, con gli utenti che per conoscere in cosa consiste quel prodotto, decidono di cliccare sull’annuncio.
Secondo alcune ricerche, le aziende nel corso degli ultimi anni hanno deciso di focalizzarsi principalmente su una tipologia di siti per quanto riguarda l’advertising: i siti n questione sono i social network come Facebook e Twitter, che contano diversi milioni di utenti registrati presso le rispetti piattaforme.
La scelta delle aziende ha una motivazione ben delineata: questa scelta di postare la pubblicità sui social network non nasce soltanto poiché i social possiedono moltissimi iscritti, ma anche perché un semplice “mi piace” di Facebook o una condivisione sui social permette alle aziende ed alla pubblicità di avere una visibilità ancora maggiore rispetto la pubblicità che si trova sparsa nei vari siti web.

Inoltre, le pagine che vengono create appositamente dalle aziende risultano essere molto visitate dagli utenti dei social: proprio per queste motivazioni pertanto le varie aziende hanno deciso di concentrarsi maggiormente sui social network rispetto gli altri siti, inserendo sempre più pubblicità all’interno di siti come Facebook e Twitter.

Secondo alcuni esperti inoltre, nel 2017 il mercato della pubblicità sui social raggiungerà un valore pari a undici miliardi di dollari, e nel frattempo le aziende hanno individuato un’altra fetta di mercato da “attaccare”, ovvero quella rappresentata da coloro che navigano sul web con gli smartphone.
L’advertising ora punta su questa tipologia di navigatori del web, per il semplice fatto che questi sono coloro che condividono più notizie sui social network e che effettuano l’accesso su Facebook e Twitter più volte al giorno rispetto coloro che utilizzano il computer.

Vi consigliamo anche