0 Shares 15 Views
00:00:00
17 Dec

Ancora successi per Marissa Mayer. Yahoo! batte Google: è il primo sito Usa

LaRedazione - 23 agosto 2013
LaRedazione
23 agosto 2013
15 Views

Per la prima volta Yahoo! attira più traffico di Big G in quella che si preanuncia come una vittoria in rosa per l’ex amministratore delegato di Google Marissa Mayer, ora ai vertici di Yahoo!.

Dal suo arrivo, infatti, la Mayer ha introdotto una nuova politica di rilancio e svecchiamento del brand per recuperare tutto il terreno perso nei confronti del colosso di Mountain View.
Prima l’impennata dell’andamento dei titoli in borsa (raddoppiati ad un valore di 28 dollari) ed ora il vertiginoso aumento di traffico, sembrano dar ragione alla cura della Mayer, che adesso raccoglie i frutti della sua radicale politica di svolta.

Finalmente dopo i due anni di egemonia Google, soltanto nel mese di Luglio Yahoo! è stata visitata da 196,6 milioni visitatori sul mercato americano, contro i 192,3 milioni di Google (dati di ComScore), portando il brand di Sunnyvale, ad essere considerato come il motore di ricerca principale e preferito dagli utenti americani.
Al terzo posto si piazzano Microsoft con 179,6 utenti, e Facebook con 142,3 milioni di visite uniche.

Tutto questo arriva a soli pochi giorni dall’atteso debutto del nuovo logo di Yahoo!, sul quale verrà alzato il sipario il prossimo 5 settembre.
Un cambio di look che fa parte di questa straordinaria evoluzione su cui punta Yahoo!, orientata tutta su multimedialità e sul social.
Infatti Marissa Mayer, che da poco ha festeggiato un anno di proficua amministrazione, ha indirizzato fin da subito la nuova gestione, puntando sull’acquisto di più di 20 aziende, fra cui Tumblr, il frequentatissimo sito web per condividere le foto, e l’app per notizie Summly, che permette di cercare, leggere e condividere le notizie online.

Rimangono, però ancora molto basse, rispetto ai rivali Google e Facebook, i guadagni derivati dalla vendita delle pubblicità, ma è prevista anche una svolta in questa direzione: per incrementare l’interesse dei pubblicitari Yahoo! ha preso recentemente la decisione di inglobare i propri cinguettii di Twitter, integrandoli all’interno del flusso di notizie.

Loading...

Vi consigliamo anche