0 Shares 8 Views
00:00:00
11 Dec

California, arriva il pulsante che ‘salva’ il passato online dei minori

Gianfranco Mingione
26 settembre 2013
8 Views

Un click e passa la paura. La rete è piena di informazioni lasciate qua e là su disparati siti, social network e, come spesso accade, a scrivere, commentare, taggare e fare altro sul web ci sono anche i minori. Onde evitare che i giovanissimi possano pentirsi di qualcosa scritto nell’età dello sviluppo, lo Stato della California ha approvato una legge che dal primo gennaio 2015, darà la possibilità a tutti i minori di cancellare con un click ogni traccia lasciata online.

Il pulsante che cancella il passato. I ragazzi potranno cancellare ogni traccia pubblicata online in qualsiasi momento. James Steyer, fondatore del gruppo no-profit “Common sense media” di San Francisco, promotore della legge, spiega i perché di questa iniziativa: “I bambini si auto-rivelano spesso senza prima riflettere (…) I loro errori possono accompagnarli tutta la vita, e la loro impronta digitale puo’ seguirli ovunque vadano” (fonte: www.agi.it).

Ma un limite c’è! Purtroppo, e qui non si capisce bene la ratio della legge, sarà possibile cancellare tracce digitali reputate inopportune con il senno di poi, ma non sarà possibile eliminarle del tutto nel caso queste siano state ri-pubblicate da una terza persona. È il caso, ad esempio, di un “retweet” su Twitter o di un post condiviso su Facebook. Ergo, si cancella l’originale ma si lasciano tutti i condivisi! La nuova legge proibirà anche la pubblicità online di pistole, alcool e tabacco sui siti per adolescenti. Chissà se i propositori della legge si siano resi conto di questo aspetto, certo non di poco conto, visto che la cancellazione dei contenuti inpportuni può risultare inficiata da un’eventuale condivisione.

[foto: www.engioi.it]

Vi consigliamo anche