0 Shares 11 Views
00:00:00
15 Dec

Google protesta: ‘Scandaloso lo spionaggio della NSA’

LaRedazione
5 novembre 2013
11 Views

Google assieme ad altri colossi del web sono in protesta per un qualcosa accaduto nelle scorse settimane: lo spionaggio della National Security Agency non è infatti stato gradito, e già nei giorni passati questo era facilmente intuibile, visto che in molti hanno espresso parole di dissenso verso le operazioni dell’agenzia.

Ma in cosa sono consistite queste manovre?

L’agenzia altro non ha fatto che spiare gli utenti: acquisti, ricerche, conversazioni, scambio di immagini ed altro sono stati monitorati dall’Agenzia per la Sicurezza Nazionale. Grazie ad alcune soffiate, questi procedimenti sono invece stati resi pubblici a tutto il web che non ha gradito questa sorta di spionaggio.
Gli stessi addetti dopo essere stati scoperti hanno tentato di giustificarsi affermando che il tutto era stato fatto per verificare se tra i vari utenti spiati – circa trecentoventimila- potesse nascondersi una qualche cellula terroristica o una potenziale vittima.

La giustificazione non è stata affatto accettata anzi ha fatto aumentare il dissenso generale.
Anche Google non è rimasto in silenzio ed ha protestato fortemente. A parlare è stato il Presidente della Società, Eric Schmidt, che intervistato dal Wall Street Journal non ha di certo espresso belle parole nei confronti dell’Agenzia americana per la sicurezza Nazionale.
Al contrario il fondatore di Google si è dimostrato molto deluso ed arrabbiato per lo scandalo scoppiato.

La situazione quindi pare sia tutt’altro che risolta. Il Presidente di Google ha inoltre di rivedere le norme per la privacy degli utenti visto che tutto quello fatto da parte dell’Agenzia non rispetta nemmeno una virgola delle regole  in materia di suddetta disciplina. Il Presidente di Google ha spiegato che hanno inviato una lettera di proteste formali sia al Presidente degli Stati Uniti Barack Obama sia una lettera per il Congresso.

Lo spionaggio della NSA è oltraggioso e veramente scorretto- dichiara il Presidente- sia per l’azienda sia per i cittadini.

Loading...

Vi consigliamo anche