Addio Internet Explorer, il browser esce di scena: arriva Project Spartan

Addio Internet Explorer. Dopo vent'anni arriva il nuovo broswer pronto a prendere le redini del sistema che, nel ben e nel male, ha aperto le porte del web a milioni di persone

Addio Internet Explorer, benvenuto Project Spartan. Dopo venti anni di attività sta per andare in pensione ed entrare così nella storia Internet Explorer. Il vecchio browser sarà sostituito dal nuovo che avanza con il prossimo lancio di Windows 10 la prossima estate: Project Spartan, nome in codice Halo-style come l’assistente vocale Cortana. Ovvio che Explorer rimarrà ancora per molti anni in circolazione su milioni di computer sparsi in tutto il mondo ma, intanto, si volta pagina con il nuovo browser che col tempo lo sostituirà del tutto.

Explorer: il browser a portata di tutti. Il primo Explorer arrivò il 16 agosto del 1995 come pacchetto aggiuntivo per Windows 95. Iniziò così la sua scalata nel mondo arrivando ad avere nei primi anni del 2000 fino ad un miliardo di utenti e il 95 per cento dello share dei browser.

Grazie ad Explorer la rete è arrivata in tutto il mondo e Windows, dopo aver raggiunto una posizione da monopolista nel settore, ha essa stessa richiesto l’intervento dell’Unione Europea per abuso di posizione dominante. Finché poi non arrivarono i primi problemi sul piano legale e politico, con i quali ci fu l’obbligo di inserire una finestra di scelta all’interno di Windows. Iniziarono così le falle nella sicurezza che aprirono la possibilità di sviluppo ad alternative quali Firefox nel 2004 e Chrome nel 2008.

Explorer esce dal mercato ed entra nella storia. Nel bene e nel male, Explorer ha scritto la storia del web e ha permesso a milioni persone di farsi la prima passeggiata in quel mondo virtuale divenuto alla portata di tutti anche grazie a questo vecchio browser, che ora entra di diritto nella storia dell’informatica.

(Immagine: flylib.com)