0 Shares 13 Views
00:00:00
14 Dec

AGCOM: approvato regolamento antipirateria

LaRedazione
12 dicembre 2013
13 Views
agcom approvato regolamento contro la pirateria online

Anche l’Italia ha il suo Regolamento contro la pirateria online: L’Agcom, cioè il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, infatti, lo ha approvato poche ore fa.

Anche il nostro Paese, dunque, regolarizza la situazione, con un testo che, riprendendo le parole dell’Agcom, ha tenuto in seria considerazione l’insieme delle osservazioni avanzate durante una consultazione vasta e approfondita dei diversi soggetti coinvolti, nell’ambito di un dialogo continuo con la Commissione Europea.

Il regolamento anti-pirateria entrerà ufficialmente in vigore l’anno prossimo, a partire dal 31 marzo. I relatori Antonio Martusciello e Francesco Posteraro e il presidente Angelo Cardani hanno parlato di una novità fondamentale nel contribuire all’azione di lotta nei confronti della pirateria digitale svolta dai poteri pubblici.

Una delle priorità più rilevanti è stata individuata nel contrasto alle violazioni massive, mentre non sono stati fatti riferimenti agli utenti finali, indipendentemente dal fatto che la fruizione delle diverse opere digitali si svolga online, con file sharing o in modalità di download.

L’Agcom ha tenuto a precisare che il procedimento si contraddistingue per il totale rispetto della norma del contraddittorio, per iniziare la quale è necessario che il titolare del diritto presenti un’istanza. In altre parole, l’Autorità non provvederà ad agire di ufficio, il che vuol dire che i provider non saranno obbligati né invitati a effettuare un’azione di controllo della Rete.

Gli stessi provider, così come i gestori delle pagine Internet e gli uploader, avranno la possibilità di presentare contro-deduzioni e fare sì che la procedura si concluda tramite uno spontaneo adeguamento. Nel caso in cui il titolare del diritto decidesse di rivolgersi all’Autorità giudiziaria, si fa riferimento a fatti archiviati.

Tra le altre peculiarità della norma va menzionato il fatto che i detentori di copyright saranno chiamati a segnalare al Garante il tipo di violazione con la massima precisione possibile, producendo anche elementi di prova. In seguito, in caso di esito positivo, l’Autorità darà il via al procedimento di notifica per eventuali uploader o gestori di pagine o hoster o titolari di siti Internet.

Il procedimento verrà archiviato nel momento in cui i contenuti illegali verranno rimossi e verrà fornita comunicazione del fatto al Garante. Naturalmente, ci sarà la possibilità di contestazione, che dovrà essere fornita al massimo entro i cinque giorni successivi alla data di ricezione della notifica, con tanto di prove in allegato. A quel punto, l’Agcom e il suo Organo Collegiale prenderanno una decisione e avranno la facoltà di chiedere che gli eventuali contenuti giudicati non legali vengano subito rimossi. Sono questi quindi in sintesi i principi di garanzia su cui si basa il nuovo regolamento contro la pirateria online approvato dall’Agcom con voto unanime.

 

Vi consigliamo anche