Arriva il suffisso .car per i siti di auto?

Il settore dell’automotive è in costante crescita e anche il Web lo sa per cui, a fronte dell’aumento dei siti che trattano di auto, è stata proposta la creazione di un nuovo suffisso, .car, destinato proprio a questo "mercato".

Il .car non sarà però solo un suffisso ma anche e soprattutto un nuovo modo di concepire i siti che, trattando di auto e simili, potranno essere consultati anche direttamente dalle macchine di nuova generazione grazie agli appositi software e dispositivi inseriti nelle macchine stesse.

Una rivoluzione che parte dagli Usa, dove appunto sono sempre più sia i siti dedicati a questo settore che le case automobilistiche che per stare al passo con i tempi propongono soluzioni integrate per l’Internet in mobilità e nello specifico per Internet in macchina.

"Il web è diventato una parte importante della nostra vita quotidiana e il suo diffuso utilizzo nei veicoli è inevitabile", ha detto Steve Millstein di ATX, "e il settore deve concordare l’utilizzo di formati specifici per adattare la tradizionale esperienza di navigazione sul Web all’ambito della guida".

"Questa proposta è simile all’adattamento che è stato necessario per sviluppare e creare l’interfaccia tra gli smartphone e il Web", ha aggiunto.

Lo scopo è offrire servizi Internet di ultima generazione per le automobili e contenuti che non riguarderanno solo siti ma anche localizzazione, info sul traffico e tutto ciò che può essere utile ad un guidatore con poco tempo a disposizione e tante informazioni di cui beneficiare.

Riuscirà il .car a diventare realtà?