0 Shares 5 Views
00:00:00
11 Dec

Dirigenti Google condannati per violazione della privacy

La Redazione
24 febbraio 2010
5 Views

Il tribunale di Milano ha condannato tre dirigenti di Google accusati di diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito nel 2006 la pubblicazione sul motore di ricerca di un video che mostrava un minore affetto da sindrome di Down insultato e picchiato da quattro studenti di un istituto tecnico di Torino.

A tre dirigenti sono state inflitti sei mesi di reclusione con la condizionale mentre il quarto dirigente imputato è stato assolto; i tre condannati sono stati ritenuti responsabili per violazione della privacy e sono stati invece assolti per il reato di diffamazione.

I dirigenti condannati sono David Carl Drummond, ex presidente del cda di Google Italy e ora senior vice presidente, George De Los Reyes, ex membro del cda di Google Italy ora in pensione, e Peter Fleischer, responsabile delle strategie per la privacy per l’Europa di Google Inc; assolto Arvind Desikan, responsabile del progetto Google video per l’Europa.

"Faremo appello contro questa decisione che riteniamo a dir poco sorprendente, dal momento che i nostri colleghi non hanno avuto nulla a che fare con il video in questione, poiché non lo hanno girato, non lo hanno caricato, non lo hanno visionato", ha dichiarato il portavoce di Google, "perchè se questo principio viene meno, cade la possibilità di offrire servizi su Internet".

I due legali Giuseppe Bana e Giuliano Pisapia hanno anche dichiarato che "Google si è comportato correttamente, perché non aveva alcun obbligo di controllo preventivo sui video e i messaggi messi in Rete, mentre invece dal momento in cui è stato informato di quel filmato ignobile l’ha subito eliminato".

Vi consigliamo anche