0 Shares 9 Views
00:00:00
17 Dec

Facebook contro Google: calunnie online per colpa della privacy

dgmag - 13 maggio 2011
13 maggio 2011
9 Views

Guerra aperta tra Facebook e Google con il social network accusato di aver ingaggiato una società per mettere in giro notizie false e diffamatorie contro il rivale di Mountain View in un circolo vizioso che si è poi concluso con la scoperta delle malefatte compiute dal network.

Facebook ha ammesso tutto dichiarando di aver ingaggiato la Burson-Marsteller per fare in modo che venissero messe in circolazione storie che facessero apparire Google sotto una luce negativa.

La storia è venuta alla luce quando Christopher Soghoian, contattato dall’agenzia, ha deciso di non cedere e ha pubblicato il proprio scambio di e-mail con Burson-Marsteller; l’uomo ha riportato le email in cui un rappresentante della Burson-Marsteller descrive Google Social Circle come un prodotto disegnato per "costruire dossier personali di milioni di utilizzatori, in flagrante violazione" degli accordi con la Federal Trade Commission.

All’uomo che aveva chiesto spiegazioni su chi fosse la mente dietro queste voci venne risposto che l’agenzia non era autorizzata a rivelarlo e così a farlo è stato il The Daily Beast che ha scovato in Facebook il "mandante" dell’operazione.

In realtà la difesa di Facebook è stata semplice: il social network ha dichiarato di aver semplicemente voluto portare a conoscenza di tutti, grazie alla Burson-Marsteller, i veri scopi di alcuni prodotti di Google senza mai mandare in giro notizie false ma attenendosi ai fatti.

Loading...

Vi consigliamo anche