0 Shares 10 Views
00:00:00
14 Dec

Giornali gratis illegali sul web: chiusi 13 siti

LaRedazione
21 novembre 2013
10 Views

Negli scorsi giorni sono stati chiusi ben tredici siti che contenevano giornali di qualsiasi tipo leggibili attraverso il web, senza dover pagare un euro.
Queste edicole avevano un comportamento tutt’altro che legale: queste infatti caricavano sui loro siti i giornali appena usciti in edicola, e li rendevano leggibili e scaricabili in maniera completamente gratuita, senza, come detto prima, che i lettori dovessero sborsare un euro di tasca per poter leggere il giornale di loro interesse.

Tutto questo è stato reputato estremamente legale: i diritti di editoria infatti venivano sempre più violati, ed inoltre, i produttori di giornali ed i proprietari stavano ovviamente subendo delle perdite ingenti, dato che se nessuno acquista i loro giornali, le entrate sono state sempre meno ed ovviamente questo, come detto prima, non ha fatto altro che arrecare danni di tipo economico ai proprietari dei vari giornali.
Ma cosa e come guadagnavano i titolari delle edicole online?
Ovviamente per loro i guadagni, seppur non milionari, erano abbastanza elevati: tantissimi giornali, caricati sul sito, venivano sfogliati sia sul web e venivano anche scaricati, e questo, grazie alla funzione pay to click, ha permesso loro di arricchirsi, dato che sono stati moltissimi, nel corso di questi ultimi tempi, coloro che hanno deciso di usufruire di questi siti poco corretti.

La funzione pay to click quindi è stata essenziale: grazie ai banner pubblicitari, quelli che generalmente appaiono ai lati delle home page dei vari siti, con un click di un utente, che spesso si sentiva obbligato nel cliccare, i proprietari dei siti guadagnavano dei soldi, e se un click equivale ad esempio a cinque centesimi, se questi vengono moltiplicati per le centinaia di click ricevuti, le somme ottenute sono elevatissime.
Finalmente però, e sfortunatamente per i proprietari di questi siti, tutto questo è giustamente finito: le autorità sono infatti riuscire ad arrivare a codesti siti, e dopo alcune operazioni, sono state in gradi di far chiudere ogni singolo sito che aveva questa funzione illegale e scorretta.
Tredici, come detto prima, sono state le edicole virtuali ed illegali chiuse dalle autorità: l’operazione ha chiesto molto tempo, dato che i siti erano ben nascosti sul web.

Ma grazie alle autorità di competenza le tredici edicole sul web sono state chiuse, e coloro che vogliono leggere un giornale ora dovranno farlo nel modo classico, ovvero acquistare il giornale in edicola.

 

Vi consigliamo anche