0 Shares 13 Views
00:00:00
11 Dec

Google presenta il kit GDK dei Google Glass

LaRedazione
21 novembre 2013
13 Views

La compagnia di Mountain View ha svelato il kit di sviluppo che i programmatori andranno a usare per progettare le app che saranno installate sugli innovativi smartglass, con l’obiettivo di aumentare ulteriormente l’esperienza d’uso relativa alla realtà aumentata. Tale kit, che prende il nome di “Glass Development Kit” (abbreviato con l’acronimo GDK) era atteso dai developer di tutto il mondo da tempo, che finora avevano potuto fare affidamento esclusivamente solo su un pacchetto essenziale di API, ma da adesso potranno letteralmente sbizzarrirsi grazie ai nuovi strumenti messi a disposizione dalla società di Mountain View che consentiranno loro di lavorare efficacemente anche in modalità off-line e di avere un accesso pressochè completo all’hardware che caratterizza il dispositivo, dai sensori di sistema al GPS fino all’accelerometro.

Un’altra importante funzionalità introdotta assieme al kit di sviluppo per i Google Glass è quella di sfruttare le componenti di background e Glassware: inoltre, Timothy Jordan (l’uomo chiamato a dirigere e coordinare l’intero progetto di sviluppo degli occhiali intelligenti brevettati da Google) ha assicurato ai developer che lavorano su Android un approccio naturale allo sviluppo degli smartglass.
Per rendere l’idea delle enormi potenzialità offerte dal GDK, Google ha anche mostrato le demo delle primissime app create proprio con il nuovo kit di sviluppo: tra queste, vale la pena citare “World Lens”, un programmino che accede alla videocamera incorporata all’interno dei Google Glass e cattura praticamente in tempo reale il testo che l’utente sta leggendo in un determinato momento.

Ma ci sono altre app che meritano una menzione particolare, a cominciare da “AllTheCooks“, che fornisce una guida chiara ed esauriente per tutti coloro che finora non si sono mai avvicinati ai fornelli ma hanno deciso di imparare a cucinare; per i ciclisti che amano farsi lunghe passeggiate in bici, è già disponibile una prima versione di “Strava’s”; per chi vuole svagarsi dopo una lunga giornata di lavoro, è possibile mettere alla prova la propria mente con “Spellista”, gioco di parole che vuole replicare il grande successo ottenuto quest’anno da Ruzzle; per gli appassionati di golf, non va assolutamente sprecata la possibilità di sperimentare “GolfSight”.

Ma siamo ancora solo all’inizio: i Google Glass si prestano a molteplici usi e proprio questo sarà uno dei principali punti di forza. Nelle prossime ore, dal quartier generale di Mountain View, provvederanno a spedire altre copie degli smartglass ai beta-tester che ne hanno fatto richiesta in modo da collaudarli prima del lancio definitivo sul mercato globale.

 
 

 

 

 

Vi consigliamo anche