0 Shares 15 Views
00:00:00
15 Dec

Google si fa garante della sicurezza sul Web

Michela Fiori - 24 ottobre 2013
Michela Fiori
24 ottobre 2013
15 Views

Big G oltre ad essere il motore di ricerca più usato vuole diventare anche quello più sicuro. Mountain View starebbe per presentare al suo pubblico una serie di progetti per bypassare censure alla navigazione e proteggere organizzazioni media o gruppi umanitari da attacchi informatici di qualsiasi sorta. Ma andiamo per ordine.

Insieme all’Università di Washington e a Brave New Software Google sta sviluppando uProxy un’estensione per i broswer che consentirebbe agli utenti di evitare la morsa di eventuali censure, filtri e restrizioni e navigare tranquillamente nella Rete. Se effettivamente realizzata, uProxy rappresenterebbe una enorme opportunità di libertà per chi abita nei Paesi dove c’è la dittatura che impedisce il libero accesso alla rete. Ne gioverebbero soprattutto la democrazia e l’informazione.

Per quanto riguarda le grandi organizzazioni Mountain View starebbe realizzando un sistema chiamato Project Shield che consentirebbe di proteggere i siti web da attacchi informatici, soprattutto dai DDoS (Distributed Denial of service) che bloccano i siti web inondandoli di richieste di connessione.

Google Ideas inoltre ha realizzato insieme alla Arbor Network una Digital Attack Map, la mappa globale degli attacchi DDoS. La mappa è utile per tracciare le tendenze storiche di questo tipo di attacco e individuare il legame con eventi di cronaca e periodi specifici. La Digital Attack Map viene aggiornata costantemente e l’accesso ai dati è aperto a tutti i Paesi.

La Digital Attack Map viene aggiornata quotidianamente e i dati storici sono consultabili per tutti i Paesi. Per realizzarla Google ha utilizzato i dati anonimi di Atlas, sistema di Arbor Networks per il monitoraggio globale delle minacce.

Loading...

Vi consigliamo anche