0 Shares 8 Views
00:00:00
13 Dec

Hacker rubano Bitcoin dai Mac

Michela Fiori
12 febbraio 2014
8 Views
Hacker rubano Bitcoin dai Mac

I Bitcoin iniziano a diventare un ricco bottino per pirati digitali. Se la moneta infatti diventa sempre più virtuale anche gli hacker si attrezzano per fare affari da capogiro.

La società di sicurezza SecureMac ha individuato un malware (nello specifico un trojan) in grado di violare la sicurezza dei computer Mac di Apple per rubare bitcoin. Il cavallo di troia si presenta con l’applicazione StealthBit, presentata come piattaforma in grado di ricevere pagamenti in bitcoin e che invece installa sistemi operativi dei computer Mac codici dannosi in grado di tracciare i movimenti online degli utenti e memorizzare le credenziali di accesso ai siti per estrapolare dalle informazioni quelle che trattano i bitcoin. Un bell’affare dunque, redditizio e sicuro.

Apple da parte sua già da qualche mese ha Apple ha deciso di eliminare e chiedere la rimozione dall’ App Store di ogni app che utilizza Bitcoin o che comunque faccia riferimento alla cripto moneta. La motivazione ufficiale è che queste app violano le linee guida dell’App Store. Alcune applicazioni infatti consentono e incoraggiano spesso attività che non sono sempre legali in tutti gli stati dove le stesse app sono disponibili.

Nel frattempo però, i fan dei Bitcoin aumentano anche nel nostro Paese e nascono servizi che consentono di convertire la valuta corrente in cripto moneta. Il motore di ricerca Bing di Microsoft ha inserito i Bitcoin nel suo convertitore di valute. La funzione al momento è disponibile negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Australia, e in India.

La moneta virtuale però è soggetta a continue oscillazioni. Al momento un Bitcoin vale 480.46 euro, valore irrilevante per gli hacker il quale rubano indistintamente Bitcom per un giro d’affari molto redditizio.

Vi consigliamo anche