0 Shares 11 Views
00:00:00
14 Dec

Il Partito dei Pirati al Parlamento Europeo

LaRedazione
8 giugno 2009
11 Views

Il Partito dei Pirati svedese, fondato nel 2006, farà parte del Parlamento Europeo.

Avendo ottenuto il 7,1% dei voti, il Piratpartiet avrà uno dei 20 seggi che spettano alla Svezia. Nel 2006, il partito dei Pirati non aveva riscontrato l’approvazione dei votanti, che  quest’anno ha raggiunto un largo e insapettato consenso.

Gli obiettivi principali del partito sono chiarissimi: il primo intento è quello di battersi per la riforma della legge sul copyright e per incoraggiare il peer to peer. Il Piratpartiet ha intenzione di rendere la cultura più libera e più accessibile.

Il secondo è quello di abolire i brevetti dei medicinali che, secondo i capi del partito, sono una delle cause di mortalità nel Terzo Mondo.

Il terzo riguarda la privacy, affinché la legislazione che rende possibile rintracciare l’IP di chi fa il download illegale venga modificata.

Alcuni concordano con l’affermare che il Piratpartiet non abbia nulla a che vedere con Pirate Bay, il noto sito di file sharing condannato dal tribunale svedese, ma è ovvio che ne condivide alcuni principi ed è naturale che la vicenda della condanna abbia influenzato il voto di molti. 

Riuscirà il Piratpartiet a fare in modo che le nascenti leggi per la regolamentazione del download "illegale" non portino alla censura?

Loading...

Vi consigliamo anche