0 Shares 17 Views
00:00:00
17 Dec

Insulti su Facebook, Daniela Martani denuncia gli utenti

La Redazione - 15 maggio 2009
La Redazione
15 maggio 2009
17 Views

L’ormai ex hostess Alitalia, concorrente del Grande Fratello 9 e della Fattoria 4, Daniela Martani ha deciso di sporgere denuncia contro Facebook e i partecipanti ad alcuni gruppi a lei dedicati perchè stanca di ricevere offese gratuite.

"La gente deve capire che porre in essere un’azione su Internet è come farla nel mondo reale. Non vi è nessuna distinzione", ha dichiarato la Martani che aggiunge: "questi signori mi offendevano pubblicamente e così ho deciso di sporgere denuncia alle autorità competenti".

Affiancata dall’avvocato Antonino Polimeni, Daniela ha così presentato un esposto presso la polizia Postale di Roma e ha avviato la procedura presso Facebook per la sospensione dei contenuti online e l’individuazione dei responsabili.

L’ex pasionaria ha anche dichiarato che "la nostra immagine è il nostro lavoro e permettere che qualcuno, senza nessun motivo, miri a screditarla è sbagliato. La libertà di espressione e di pensiero è molto importante su internet, e infatti tutti i gruppi che semplicemente mi attaccano o mi prendono in giro sono divertenti e mi stimolano. Ho voluto colpire solo i gruppi in cui venivo diffamata in modo pesante o ingiuriata, dove venivano commessi dei reati penali previsti dal nostro ordinamento, dove i limiti legislativi e morali venivano abbondantemente superati. Internet è il mezzo di comunicazione del futuro ed il fatto che chiunque possa pubblicare contenuti online deve arricchire il web, non farlo diventare un luogo dove si possa dare sfogo a qualsiasi bruttura o peggio commettere reati impunemente nascosti dietro uno schermo".

L’avvocato Polimeni sostiene comunque che "Facebook è un’azienda californiana e non ha l’obbligo giuridico di fornire le informazioni relative alle linee telefoniche dalle quali ci si connette, dati questi necessari per avere la certezza delle identità degli utenti che hanno eventualmente commesso il reato. Individuare i gruppi non è semplice ma ci proveremo, magari tramite una rogatoria internazionale".

La denuncia per il reato di diffamazione è certamente ammissibile dal momento che nell’ordinamento giuridico italiano questo reato esiste ed è punito; resta da vedere quanto e come si potrà agire nei confronti di un soggetto che risiede all’estero e nei confronti del quale dovrebbe muoversi la magistratura.

Ma la Martani non si arrende: "non sottovalutiamo la forza del Web. Gli insulti sulla rete sono la stessa cosa degli insulti sulla pubblica piazza e di quelli in televisione. Ma cosa farebbe una persona insultata in diretta tv? Si difenderebbe chiedendo i danni. Ecco cosa sto cercando di fare io".

Intanto si registra già il primo risultato: i gruppi dove venivano pubblicati messaggi diffamatori relativi a Daniela Martani sono stati chiusi.

Probabilmente però la sua popolarità scenderà, almeno tra i 3000 utenti che ha deciso di denunciare!

Loading...

Vi consigliamo anche